Discussione:
Siete tutti dei bastardi!!!
(troppo vecchio per rispondere)
Danilo Ronchi
2004-11-05 17:58:15 UTC
Permalink
Si, parlo con voi...

tutti, nessuno escluso...
voi che guardate i film in lingua originale...
si, proprio voi...

prima avevo visto qualche film in L.O. oggi non riesco a farne a meno...
aspetto sempre che mia moglie si addormenti (tanto capita sempre) per
cambiare la lingua...

doppiati non riesco più a vederli...

in l.o. invece gli attori hanno sempre le stesse voci... la recitazione...
ah la recitazione... e poi i rumori di ambienza... tutta un'altra cosa...

grazie a tutti che mi avete incuriosito ad andare oltre alla visione dei
primi, difficili, 5-6 film... ora per me esiste, quando posso, la sola
lingua originale...

quindi...
Bastardi... Grazie
--
Danilo

Ciao!
------------------------------------------------------------------------
Danilo Ronchi
Visita la mia pagina web: http://daniloronchi.interfree.it/index.htm
dove troverai "Come costruire un impianto Home Cinema di Qualità!"
icq number: 63964107
------------------------------------------------------------------------
Dario DB [HT-Group]
2004-11-05 18:09:20 UTC
Permalink
In data Fri, 5 Nov 2004 18:58:15 +0100, Danilo Ronchi ha scritto:

[cut]
Post by Danilo Ronchi
quindi...
Bastardi... Grazie
Eh eh eh ;-)))
Io spero sempre che mia moglie impari l'inglese quanto basta per poter
inserire _sempre_ i sottotitoli ing, e non solo quando posso guardarmi i
dvd in solitaria (equivalente spesso ad orari assurdi o a "spezzettamenti"
di film altrettanto assurdi).
Comunque anche lei all'audio originale non può più rinunciare ;-))) (ha
ancora qualche ritrosia su lingue che non ama, tipo giapponese o tedesco,
ma le passerà ;-))) ).

Ciao.
Dario
--
"You mean, people killed people, just because they were different from each
other? That's disgusting."
Maya - Space 1999
Dario DB [HT-Group]
2004-11-05 18:11:12 UTC
Permalink
Post by Danilo Ronchi
Bastardi...
P.S.: prima di leggere il messaggio, pensavo fossi andato improvvisamente
fuori di testa! ;-))))

Ri-ciao.
Dario
--
"Let's look at the qualities of Clark Kent, he's clumsy, a coward... unsure
of himself, he's Superman's way of getting in touch with humanity.
Clark Kent is how Superman views humanity."
Bill
Antonio Fanelli
2004-11-05 18:12:21 UTC
Permalink
On Fri, 5 Nov 2004 18:58:15 +0100, "Danilo Ronchi"
Post by Danilo Ronchi
doppiati non riesco più a vederli...
:)
è come una droga vero?

La cosa più bella e mettere su un film che all'epoca ti aveva asciato
indifferente e trovarlo bellissimo.
--
Xander: For I am Xander, king of cretins. Let all lesser cretins bow before me.

http://www.intervocative.com/dvdcollection.aspx/Voss
Gino Gialli
2004-11-05 18:45:44 UTC
Permalink
Post by Antonio Fanelli
On Fri, 5 Nov 2004 18:58:15 +0100, "Danilo Ronchi"
Post by Danilo Ronchi
doppiati non riesco più a vederli...
:)
è come una droga vero?
La cosa più bella e mettere su un film che all'epoca ti aveva asciato
indifferente e trovarlo bellissimo.
Legends of the fall. Proprio bellissimo no, ma in originale(Hopkins!!!!),
con quell'audio incredibile (ovviamente in V.O.) e la fotografiadi John
Toll, e la score stracciamutande di Horner... be', diciamo che si lascia
vedere.
hai ragione.
Gino
Giovanni Neiman
2004-11-05 21:30:59 UTC
Permalink
Il Fri, 05 Nov 2004 19:12:21 +0100, Antonio Fanelli
Post by Antonio Fanelli
La cosa più bella e mettere su un film che all'epoca ti aveva asciato
indifferente e trovarlo bellissimo.
tipo?
--
Post by Antonio Fanelli
Giò
Problems are how you get them felt.
Antonio Fanelli
2004-11-06 12:39:15 UTC
Permalink
On Fri, 05 Nov 2004 21:30:59 GMT, Giovanni Neiman
Post by Antonio Fanelli
La cosa più bella e mettere su un film che all'epoca ti aveva asciato
indifferente e trovarlo bellissimo.
tipo?
1) un james bond qualunque:
non ho mai amato il personaggio e i film erano ridicoli.
Ne ho visto qualcuno in V.O. e li ho rivalutati.
Non sono diventato un fanatico, ma mi piace guardarli e godermi i vari
accenti dei vari personaggi.

2) Il telefilm Buffy l'ammazzavampiri
Visto nel 2000 in italiano mi sembrò carino, ma parecchio insulso,
visto in inglese è un delirio, le done hanno voci diversissime tra
loro, la protagonista ha una vocetta dolcissima che aumenta il
contrasto con il suo ruolo, Anya ha un tono secco, deciso implacabile,
si direbbe che parli senza virgole :)
--
Xander: For I am Xander, king of cretins. Let all lesser cretins bow before me.

http://www.intervocative.com/dvdcollection.aspx/Voss
Giovanni Neiman
2004-11-06 17:06:30 UTC
Permalink
Il Sat, 06 Nov 2004 13:39:15 +0100, Antonio Fanelli
Post by Antonio Fanelli
Post by Antonio Fanelli
La cosa più bella e mettere su un film che all'epoca ti aveva asciato
indifferente e trovarlo bellissimo.
tipo?
non ho mai amato il personaggio e i film erano ridicoli.
non ti capisco. mi è sempre piaciuto, sia in italiano che in inglese.
Post by Antonio Fanelli
Non sono diventato un fanatico, ma mi piace guardarli e godermi i vari
accenti dei vari personaggi.
ho tutti i film in dvd, però ho sempre delle preferenze.
Post by Antonio Fanelli
2) Il telefilm Buffy l'ammazzavampiri
Visto nel 2000 in italiano mi sembrò carino, ma parecchio insulso,
visto in inglese è un delirio, le done hanno voci diversissime tra
loro, la protagonista ha una vocetta dolcissima che aumenta il
contrasto con il suo ruolo, Anya ha un tono secco, deciso implacabile,
si direbbe che parli senza virgole :)
non so..."never covered". mai visto né in italiano né in inglese. mi
pare un po' troppo infantile, e non infatilmente come le cose
infantili che piacciono a me.
--
Post by Antonio Fanelli
Giò
Problems are how you get them felt.
Antonio Fanelli
2004-11-07 17:30:57 UTC
Permalink
On Sat, 06 Nov 2004 17:06:30 GMT, Giovanni Neiman
Post by Giovanni Neiman
Il Sat, 06 Nov 2004 13:39:15 +0100, Antonio Fanelli
Post by Antonio Fanelli
non ho mai amato il personaggio e i film erano ridicoli.
non ti capisco. mi è sempre piaciuto, sia in italiano che in inglese.
Problema mio: lo trovavo ridicolo anche quando ero ragazzino.
Post by Giovanni Neiman
Post by Antonio Fanelli
2) Il telefilm Buffy l'ammazzavampiri
non so..."never covered". mai visto né in italiano né in inglese. mi
pare un po' troppo infantile, e non infatilmente come le cose
infantili che piacciono a me.
Meglio non cominciare o parto con la telepredicazione.

Non è infantile, per un appassionato di filosofia, teologia e
religioni come me è una cornucopia di citazioni riflessioni eccetera.

Per non parlare dell'uso che fa del Grande Bardo.
--
Xander: For I am Xander, king of cretins. Let all lesser cretins bow before me.

http://www.intervocative.com/dvdcollection.aspx/Voss
Giovanni Neiman
2004-11-07 17:48:06 UTC
Permalink
Il Sun, 07 Nov 2004 18:30:57 +0100, Antonio Fanelli
Post by Antonio Fanelli
Non è infantile, per un appassionato di filosofia, teologia e
religioni come me è una cornucopia di citazioni riflessioni eccetera.
capisco. non mi interessano le ultime due cose. la fisosofia sì, ma
evidentemente a te interessa il lato più...che so...'esoterico'.

a me piacciono molto le citazioni dei Simpson e di South Park. ma
quelle si colgono anche in italiano.
Post by Antonio Fanelli
Per non parlare dell'uso che fa del Grande Bardo.
Shakespeare? Dimmi dimmi, questo mi interessa...


PS se è per questo pure Kirk, Spock o McCoy citano sempre
Shakespeare...
--
Post by Antonio Fanelli
Giò
Problems are how you get them felt.
Dolorous Edd
2004-11-07 13:32:01 UTC
Permalink
On Fri, 05 Nov 2004 21:30:59 GMT, Giovanni Neiman
Post by Giovanni Neiman
Il Fri, 05 Nov 2004 19:12:21 +0100, Antonio Fanelli
Post by Antonio Fanelli
La cosa più bella e mettere su un film che all'epoca ti aveva asciato
indifferente e trovarlo bellissimo.
tipo?
A me e' capitato con una marea di film. Di solito succede con i film
anni 50/60 (Hitchcock compreso, che non mi aveva mai convinto in
italiano) o film orientali (hana-bi in vhs italiana mi aveva fatto
abbastanza schifo, in dvd giapponese mi e' piaciuto tantissimo).
Non parliamo poi di serie tv/anime, li' e' praticamente la norma
(friends, x-files e tanti altri).

Per le cose recenti non saprei, visto che per quanto possibile cerco
di guardarle in L.O. direttamente la prima volta.

La cosa interessante e' che in uno dei miei primi interventi su questo
NG difendevo i doppiaggi... quei dannati dischetti (e la *vostra*
malefica influenza) mi hanno guastato il gusto di andare al cinema...
-_^
Biscione@DvDCom.it
2004-11-05 18:20:52 UTC
Permalink
Post by Danilo Ronchi
Si, parlo con voi...
tutti, nessuno escluso...
voi che guardate i film in lingua originale...
si, proprio voi...
prima avevo visto qualche film in L.O. oggi non riesco a farne a meno...
aspetto sempre che mia moglie si addormenti (tanto capita sempre) per
cambiare la lingua...
doppiati non riesco più a vederli...
in l.o. invece gli attori hanno sempre le stesse voci... la recitazione...
ah la recitazione... e poi i rumori di ambienza... tutta un'altra cosa...
grazie a tutti che mi avete incuriosito ad andare oltre alla visione dei
primi, difficili, 5-6 film... ora per me esiste, quando posso, la sola
lingua originale...
quindi...
Bastardi... Grazie
hai bisogno di disintossicarti, basta! Da adesso per un mese ti spari tutte
le puntate di Beatiful prima e Cento Vetrine poi, e mi raccomando che poi ti
interrogo...

:-DDD
Danilo Ronchi
2004-11-05 18:39:19 UTC
Permalink
Post by ***@DvDCom.it
hai bisogno di disintossicarti, basta! Da adesso per un mese ti spari
tutte le puntate di Beatiful prima e Cento Vetrine poi, e mi raccomando
che poi ti interrogo...
mi hai appena spedito Alias 2 infatti...
io in inglese la sera e lei in italiano di giorno :))))
--
Danilo

Ciao!
------------------------------------------------------------------------
Danilo Ronchi
Visita la mia pagina web: http://daniloronchi.interfree.it/index.htm
dove troverai "Come costruire un impianto Home Cinema di Qualità!"
icq number: 63964107
------------------------------------------------------------------------
Cupra
2004-11-05 18:35:39 UTC
Permalink
Post by Danilo Ronchi
aspetto sempre che mia moglie si addormenti (tanto capita sempre)
Cacchio....e io che credevo lo facesse quasi solo la mia....:P

E pensare che faccio sempre scegliere a lei i film di sera (io mi guardo i
"miei" in altri momenti)...solo che mi chiede sempre dei "film dove c'è
l'FBI"...ormai non so più cosa proporle..:PPP

Ciao!
--
Alessandro "Cupra" (25, RE)
Mark DJer
2004-11-05 19:00:56 UTC
Permalink
Post by Danilo Ronchi
grazie a tutti che mi avete incuriosito ad andare oltre alla visione
dei primi, difficili, 5-6 film... ora per me esiste, quando posso, la
sola lingua originale...
Ti sono bastati solo 5-6 film per passare e abituarti alla lingua originale?
Se è così ci provo pure io... :D
Sebapop
2004-11-05 19:30:20 UTC
Permalink
Post by Danilo Ronchi
Si, parlo con voi...
Chi, noi?
Post by Danilo Ronchi
tutti, nessuno escluso...
O, mamma, che succede?
Post by Danilo Ronchi
voi che guardate i film in lingua originale...
Ahem, proprio noi?
Post by Danilo Ronchi
si, proprio voi...
Sì, sembrerebbe di sì.
Post by Danilo Ronchi
prima avevo visto qualche film in L.O. oggi non riesco a farne a meno...
Eh, lo so. Sui DVD dovrebbero scrivere "attenzione, provoca dipendenza".
Post by Danilo Ronchi
aspetto sempre che mia moglie si addormenti (tanto capita sempre) per
cambiare la lingua...
Sono sicuro che, volendo, potrei trovarci un doppio senso.
Post by Danilo Ronchi
doppiati non riesco più a vederli...
Ma vieni, ne abbiamo "rovinato" un altro!
Post by Danilo Ronchi
in l.o. invece gli attori hanno sempre le stesse voci... la recitazione...
ah la recitazione... e poi i rumori di ambienza... tutta un'altra cosa...
Eh, già.
Post by Danilo Ronchi
grazie a tutti che mi avete incuriosito ad andare oltre alla visione dei
primi, difficili, 5-6 film... ora per me esiste, quando posso, la sola
lingua originale...
Grande!
Post by Danilo Ronchi
Bastardi... Grazie
Prego. Hai scelto la pillola del colore giusto.

Sebastiano
momo
2004-11-05 19:34:31 UTC
Permalink
On Fri, 5 Nov 2004 18:58:15 +0100, "Danilo Ronchi"
Post by Danilo Ronchi
quindi...
Bastardi... Grazie
prego ;-)
Ti assicuro che è una dipendenza che non farà altro che aumentare...
Guren
2004-11-05 21:23:56 UTC
Permalink
Post by Danilo Ronchi
Si, parlo con voi...
tutti, nessuno escluso...
voi che guardate i film in lingua originale...
si, proprio voi...
per farmi scusare ti invito a casa mia il prossimo week end per vedere Shrek
2... ovviamente senza audio in italiano :-p
Giovanni Neiman
2004-11-05 21:30:21 UTC
Permalink
Il Fri, 5 Nov 2004 18:58:15 +0100, "Danilo Ronchi"
Post by Danilo Ronchi
doppiati non riesco più a vederli...
ma non è vero. quella tua è la "seconda fase", quella dopo aver
macinato un po' di film in VO. poi c'è la terza in cui raggiungi
l'equilibrio e li puoi guardare anche doppiati. magari tentando di
indovinare che dicevano in origine e collegarlo con movimento
labbiale... :-))

ps cmq i film in VO mica sono solo in inglese...
Post by Danilo Ronchi
in l.o. invece gli attori hanno sempre le stesse voci... la recitazione...
ah la recitazione... e poi i rumori di ambienza... tutta un'altra cosa...
non è proprio così. ci sono alcuni attori la cui voce doppiata è molto
meglio, sia perché ci guadagnano in recitazione, sia perché è una voce
più fascinosa.
per farti un esempio: Luca Laurenti, se tu fossi americano affascinato
dall'Italia, lo preferiresti in VO o doppiato (non in falsetto come
nell'originale)?
:-)
Post by Danilo Ronchi
grazie a tutti che mi avete incuriosito ad andare oltre alla visione dei
primi, difficili, 5-6 film... ora per me esiste, quando posso, la sola
lingua originale...
sì, ma capisci tutto?

io l'inglese penso di saperlo "abbastanza" (la cosa è relativa, lo
so), ma cmq nelle versioni italiane c'è sempre "qualcosa" che non si è
riusciti a cogliere, almeno non nella prima visione del film in VO.

e, sinceramente, con i sottotitoli ti perdi l'azione, senza ti perdi
delle parole ogni tanto...
--
Post by Danilo Ronchi
Giò
Problems are how you get them felt.
Sebapop
2004-11-05 21:42:10 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
ma non è vero. quella tua è la "seconda fase", quella dopo aver
macinato un po' di film in VO. poi c'è la terza in cui raggiungi
l'equilibrio e li puoi guardare anche doppiati. magari tentando di
indovinare che dicevano in origine e collegarlo con movimento
labbiale... :-))
A me la terza fase non è mai venuta. :)
Post by Giovanni Neiman
ps cmq i film in VO mica sono solo in inglese...
Infatti.
Post by Giovanni Neiman
non è proprio così. ci sono alcuni attori la cui voce doppiata è molto
meglio, sia perché ci guadagnano in recitazione, sia perché è una voce
più fascinosa.
Ma non è la loro e quindi, se sei abituato, diventa intollerabile solo per
quello.
Post by Giovanni Neiman
per farti un esempio: Luca Laurenti, se tu fossi americano affascinato
dall'Italia, lo preferiresti in VO o doppiato (non in falsetto come
nell'originale)?
:-)
Originale, ovviamente, per poter apprezzare il personaggio nella sua
originalità.
Post by Giovanni Neiman
sì, ma capisci tutto?
Dipende dal livello.
Post by Giovanni Neiman
io l'inglese penso di saperlo "abbastanza" (la cosa è relativa, lo
so), ma cmq nelle versioni italiane c'è sempre "qualcosa" che non si è
riusciti a cogliere, almeno non nella prima visione del film in VO.
Io spesso arrivo a quasi il 100%, ben più di quanto arriverei vedendolo
doppiato, dato quello che perdo in traduzione.
Post by Giovanni Neiman
e, sinceramente, con i sottotitoli ti perdi l'azione, senza ti perdi
delle parole ogni tanto...
Abitudine, è solamente abitudine. Senza i sottotitoli, invece, la lingua la
si deve conoscere veramente bene.

Sebastiano
Giacomo Sambusida
2004-11-05 22:19:00 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
per farti un esempio: Luca Laurenti, se tu fossi americano affascinato
dall'Italia, lo preferiresti in VO o doppiato (non in falsetto come
nell'originale)?
:-)
Originale, ovviamente, per poter apprezzare il personaggio nella sua
originalità.
Credo questo lo utilizzasse come caso limite: Luca Laurenti forse è meglio
non apprezzarlo nella sua originalità.


Giacomo
Sebapop
2004-11-05 22:27:05 UTC
Permalink
Post by Giacomo Sambusida
Credo questo lo utilizzasse come caso limite: Luca Laurenti forse è meglio
non apprezzarlo nella sua originalità.
Appunto, allora meglio non apprezzarlo. O lo vedi tutto, originale, oppure
non lo vedi. Il personaggio, che piaccia o meno, e fatto in tal modo.

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-06 09:01:39 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by Giacomo Sambusida
Credo questo lo utilizzasse come caso limite: Luca Laurenti forse è meglio
non apprezzarlo nella sua originalità.
Appunto, allora meglio non apprezzarlo. O lo vedi tutto, originale, oppure
non lo vedi. Il personaggio, che piaccia o meno, e fatto in tal modo.
sei un nichilista iconoclasta :-)

O tutto o niente, eh?
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Sebapop
2004-11-06 09:12:15 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
O tutto o niente, eh?
Non necessariamente. Ma per apprezzare un attore e per poter discutere di
come recita, bisogna guardare, appunto, come recita. E quindi la sua voce.

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-06 17:07:27 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
O tutto o niente, eh?
Non necessariamente. Ma per apprezzare un attore e per poter discutere di
come recita, bisogna guardare, appunto, come recita. E quindi la sua voce.
che mi frega di giudicare un attore. mica sono un giurato di Cannes.

a me basta che il risultato sia buono.

Eddy Murphy fa ridere anche in italiano.

in inglese ho diverse difficoltà a seguirlo, a meno che non lo vedo
4-5 volte.
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Sebapop
2004-11-06 17:43:13 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
che mi frega di giudicare un attore. mica sono un giurato di Cannes.
Io, se permetti, quando guardo un film voglio sentire le voci degli attori
che recitano nel film, quando questo sia possibile.
Post by Giovanni Neiman
a me basta che il risultato sia buono.
E a me basta che sia buono *e* in versione originale.
Post by Giovanni Neiman
Eddy Murphy fa ridere anche in italiano.
Meglio in inglese. Se lo guardo in italiano mi ritrovo a pensare a quali
siano le battute originali.
Post by Giovanni Neiman
in inglese ho diverse difficoltà a seguirlo, a meno che non lo vedo
4-5 volte.
Vabbè, ma c'è chi riesce a seguirlo. Se tu non ci riesci non è che diventa
il Verbo.

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-07 00:03:02 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
che mi frega di giudicare un attore. mica sono un giurato di Cannes.
Io, se permetti, quando guardo un film voglio sentire le voci degli attori
che recitano nel film, quando questo sia possibile.
certo che permetto. ma a questo punto stabilirei che i tuoi, come i
miei, non sono altro che gusti, non qualcosa di assoluto.

detto questo, tu hai i gusti tuoi, io i miei.
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Danilo Ronchi
2004-11-07 08:17:44 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
detto questo, tu hai i gusti tuoi, io i miei.
qui non è questione di gusti.
In inglese vedi il film come è stato concepito dal regista, in italiano no.

Quindi in inglese vedi una cosa, in italiano la vedi come l'hanno adattata e
resa i doppiatori...

Nessuno nega sia più difficile seguire un qualcosa non nella propria lingua
madre, ma questa non deve essere una scusa. Semplicemente non stai guardando
il film come è stato concepito.
--
Danilo

Ciao!
------------------------------------------------------------------------
Danilo Ronchi
Visita la mia pagina web: http://daniloronchi.interfree.it/index.htm
dove troverai "Come costruire un impianto Home Cinema di Qualità!"
icq number: 63964107
------------------------------------------------------------------------
Giovanni Neiman
2004-11-07 13:39:49 UTC
Permalink
Il Sun, 7 Nov 2004 09:17:44 +0100, "Danilo Ronchi"
Post by Danilo Ronchi
Post by Giovanni Neiman
detto questo, tu hai i gusti tuoi, io i miei.
qui non è questione di gusti.
In inglese vedi il film come è stato concepito dal regista, in italiano no.
magari lo vedi come il regista è stato "costretto" a concepirlo. ad
esempio...
Ora dimmi che George Lucas o James Cameroon hanno fatto i film in
inglese per "scelte stilistiche" e non per questioni contingenti,
organizzative, di appeal col pubblico americano, etc..


secondo me siete troppo ortodossi ed intolleranti.
Post by Danilo Ronchi
Quindi in inglese vedi una cosa, in italiano la vedi come l'hanno adattata e
resa i doppiatori...
esatto. mai negato. però le cose non sono così scorrelate. sono
diverse, ma non totalmente.
Post by Danilo Ronchi
Nessuno nega sia più difficile seguire un qualcosa non nella propria lingua
madre, ma questa non deve essere una scusa. Semplicemente non stai guardando
il film come è stato concepito.
non dico di non guardarlo. dico di non levarsi l'opportunità di
guardare ANCHE l'altra versione, quella adattata/doppiata in italiano.
--
Post by Danilo Ronchi
Giò
Problems are how you get them felt.
Danilo Ronchi
2004-11-07 14:03:59 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
Post by Danilo Ronchi
Post by Giovanni Neiman
detto questo, tu hai i gusti tuoi, io i miei.
qui non è questione di gusti.
In inglese vedi il film come è stato concepito dal regista, in italiano no.
magari lo vedi come il regista è stato "costretto" a concepirlo. ad
esempio...
ma che cappero stai dicendo??
Vuoi qualcosa per lucidare gli specchi su cui stai arrampicandoti???
Post by Giovanni Neiman
Ora dimmi che George Lucas o James Cameroon hanno fatto i film in
inglese per "scelte stilistiche" e non per questioni contingenti,
organizzative, di appeal col pubblico americano, etc..
le hanno fatte perché è la loro lingua, e così sono stati concepiti...
semplice
Post by Giovanni Neiman
secondo me siete troppo ortodossi ed intolleranti.
io non sono intollerante, dico solo che i film in inglese sono un'altra
cosa... del tutto
Post by Giovanni Neiman
Post by Danilo Ronchi
Quindi in inglese vedi una cosa, in italiano la vedi come l'hanno adattata e
resa i doppiatori...
esatto. mai negato. però le cose non sono così scorrelate. sono
diverse, ma non totalmente.
no, sono diverse... e tanto, perchè necessariamente il parlato deve essere
collegato al labiale inglese, perché certe battute si ritengono non idonee,
perché le voci sono sempre quelle e non appartengono agli attori, perché la
recitazione in presa diretta è una cosa, a sedere in una sala di incisione
un'altra...
Quindi uno può guardare quello che vuole come vuole, ma vede un film diverso
da come dovrebbe essere, poi può piacere o meno...
Post by Giovanni Neiman
non dico di non guardarlo. dico di non levarsi l'opportunità di
guardare ANCHE l'altra versione, quella adattata/doppiata in italiano.
e allora perché non vederla anche in libanese? Non vorrai mica perderti il
loro adattamento... ed in polacco? In francese? In tedesco???

Lo si guarda in italiano perché noi italiani siamo limitati ed impigriti...
nulla da dire, ma non cerchiamo di arrampicarci sugli specchi per dire che
in "italiano è bello"... guardatevelo come vi pare... ma non sapete cosa vi
perdete...
--
Danilo

Ciao!
------------------------------------------------------------------------
Danilo Ronchi
Visita la mia pagina web: http://daniloronchi.interfree.it/index.htm
dove troverai "Come costruire un impianto Home Cinema di Qualità!"
icq number: 63964107
------------------------------------------------------------------------
Giovanni Neiman
2004-11-07 17:13:24 UTC
Permalink
Il Sun, 7 Nov 2004 15:03:59 +0100, "Danilo Ronchi"
Post by Danilo Ronchi
Post by Giovanni Neiman
Post by Danilo Ronchi
Post by Giovanni Neiman
detto questo, tu hai i gusti tuoi, io i miei.
qui non è questione di gusti.
In inglese vedi il film come è stato concepito dal regista, in italiano no.
magari lo vedi come il regista è stato "costretto" a concepirlo. ad
esempio...
ma che cappero stai dicendo??
Vuoi qualcosa per lucidare gli specchi su cui stai arrampicandoti???
togli la cera-metti la cera?

no...a parte gli scherzi... leggi che ho scritto sotto.
Post by Danilo Ronchi
Post by Giovanni Neiman
Ora dimmi che George Lucas o James Cameroon hanno fatto i film in
inglese per "scelte stilistiche" e non per questioni contingenti,
organizzative, di appeal col pubblico americano, etc..
le hanno fatte perché è la loro lingua, e così sono stati concepiti...
semplice
ma dai...è che l'inglese ormai, mondialmente parlando, è una lingua
che ha quasi il monopolio. lo sa bene zeffirelli che gira gesu' di
nazareth in inglese. idem per bud spencer e terence hill...
Post by Danilo Ronchi
Post by Giovanni Neiman
secondo me siete troppo ortodossi ed intolleranti.
io non sono intollerante, dico solo che i film in inglese sono un'altra
cosa... del tutto
sono d'accordo, allora. sono un'altra cosa. né meglio né peggio, visto
che non sono paragonabili: sono proprio un'altra cosa.
Post by Danilo Ronchi
Post by Giovanni Neiman
non dico di non guardarlo. dico di non levarsi l'opportunità di
guardare ANCHE l'altra versione, quella adattata/doppiata in italiano.
e allora perché non vederla anche in libanese? Non vorrai mica perderti il
loro adattamento... ed in polacco? In francese? In tedesco???
perché non so quelle lingue.

inoltre se non si può essere perfetti, e non lo si può, non per questo
bisogna rinunciare almeno ad AVVICINARSI alla perfezione.

non bisogna non vedere il film in italiano perché tanto non si
potrebbe vederlo in tedesco...
Post by Danilo Ronchi
Lo si guarda in italiano perché noi italiani siamo limitati ed impigriti...
nulla da dire, ma non cerchiamo di arrampicarci sugli specchi per dire che
in "italiano è bello"... guardatevelo come vi pare... ma non sapete cosa vi
perdete...
non ho mai detto che "è bello". ho detto che da delle possibilità che
io, Giovanni Neiman, non mi sento di poter ritrovare nelle versioni
originali. E viceversa.

io guardo tutte e due le versioni. finisco per guardare solo quelle in
LO solo quando il film lo so praticamente a memoria.


ps il primo film che guardai in LO ancora lo ricordo. era il Re Leone.
Era appena uscito. Era il '94.
Stavo su un aereo che andava a Chicago. Capii il 99%.

Col passare degli anni, comunque ogni tanto mi accorgo di capire una
minima sfumatura che mi era sempre sfuggita.
--
Post by Danilo Ronchi
Giò
Problems are how you get them felt.
Sebapop
2004-11-07 10:16:52 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
certo che permetto. ma a questo punto stabilirei che i tuoi, come i
miei, non sono altro che gusti, non qualcosa di assoluto.
Come detto da Danilo non si tratta di gusti. Certo, a una persona la cosa
può interessare o meno, ma è innegabile che il film sia come lo abbia
concepito il regista e chi ha la possibilità di guardare e capire quella
versione può arrivare a comprendere maggiormente il film.
Una persona che guardasse un ipotetico Totò doppiato in inglese con accento
texano, potrebbe guardare quella vesione 1000 volte e conoscerla a memoria,
ma non arriverebbe *mai* a conoscere Totò. E non arriverebbe *mai* a
conoscerlo nemmeno con i sottotitoli, ma almeno sentirebbe la voce
originale (male minore). Ma se la lingua la si conosce abbastanza, non ci
sono storie, la versione originale diventa l'unica scelta sensata. Non
farlo è peccare di pigrizia.
Post by Giovanni Neiman
detto questo, tu hai i gusti tuoi, io i miei.
E su questo, ovviamente, non ci piove.

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-07 16:39:25 UTC
Permalink
Post by Sebapop
originale (male minore). Ma se la lingua la si conosce abbastanza, non ci
sono storie, la versione originale diventa l'unica scelta sensata. Non
farlo è peccare di pigrizia.
dicevo solo che io guardo sì le VO, ma non per questo mi levo il
'diritto' o il 'piacere' di guardare le versioni italiane.

mi sembrava sbagliato rinunciarci, cosa un po' da tono altezzoso della
borghesia culturale.
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Sebapop
2004-11-07 17:12:57 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
dicevo solo che io guardo sì le VO, ma non per questo mi levo il
'diritto' o il 'piacere' di guardare le versioni italiane.
Ma è ovvio. Il punto è che forse il piacere di guardare le versioni
italiane ce l'hai perché non conosci così bene l'inglese per goderti la
versione originale. A me non viene nemmeno in mente. Che poi uno possa
tollerare il doppiaggio e godersi entrambe le versioni, è una cosa che non
nego possa accadere. Ma da li a *consigliare* di guardale a versione
italiana per maggiore completezza ne passa. La maggiore completezza ce
l'hai *se* non sai la lingua bene.
Post by Giovanni Neiman
mi sembrava sbagliato rinunciarci, cosa un po' da tono altezzoso della
borghesia culturale.
Ma che cavolate. Io ci rinuncio perché *per me* è inutile perché *io*
capisco la versione originale e non mi serve la versione italiana. Non c'è
nessuno snobismo. Il fatto che la versione originale sia migliore non è un
opinione, la cosa è lampante, se si conosce la lingua.

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-07 17:51:48 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Il punto è che forse il piacere di guardare le versioni
italiane ce l'hai perché non conosci così bene l'inglese per goderti la
versione originale.
penso sia così. ma penso anche di essere ben al di sopra della media
italiana, per conoscenza dell'inglese, quindi mi viene il sospetto che
ci sia chi lo fa per 'moda', per 'distinguersi', perché 'è da elite'.

intendimi, non voglio screditare nessuno e non voglio parlar bene di
me. facciamo che il discorso che ho appena fatto vale per tutti,
PRESENTI ESCLUSI.
Post by Sebapop
La maggiore completezza ce
l'hai *se* non sai la lingua bene.
sono d'accordo. lo ritenevo sottinteso per le motivazioni di cui
sopra.
Post by Sebapop
Ma che cavolate. Io ci rinuncio perché *per me* è inutile perché *io*
capisco la versione originale e non mi serve la versione italiana. Non c'è
nessuno snobismo. Il fatto che la versione originale sia migliore non è un
opinione, la cosa è lampante, se si conosce la lingua.
mi hai già risposto. non rispondere quindi a quanto ti ho detto in
questo stesso messaggio poco sopra.

sai, se hai scritto qualcosa, cancellalo pure. potrei averti farto
irritare, non era mia intenzione, quindi lascia stare.


ci siamo spiegati. abbiamo due visioni diverse sulla capacità degli
italiani di capire l'inglese.
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Sebapop
2004-11-07 18:12:00 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
penso sia così. ma penso anche di essere ben al di sopra della media
italiana, per conoscenza dell'inglese, quindi mi viene il sospetto che
ci sia chi lo fa per 'moda', per 'distinguersi', perché 'è da elite'.
Sicuramente se *ben* al di sopra, vista la media italiana.
Post by Giovanni Neiman
mi hai già risposto. non rispondere quindi a quanto ti ho detto in
questo stesso messaggio poco sopra.
Ok.
Post by Giovanni Neiman
ci siamo spiegati. abbiamo due visioni diverse sulla capacità degli
italiani di capire l'inglese.
Non ancora. Io parlavo per me. Gli italiani, in media, l'inglese non lo
sanno per niente. E cercavo di consigliare chi l'inglese lo sa. Se si
riesce a migliorare arrivando a potersi liberare della traduzione italiana,
almeno per i film in inglese, si possono apprezzare molte più cose di
quante se ne perdono, e la versione italiana diventa un inutile orpello.
Poi c'è chi si è affezionato alle voci dei doppiatori di alcuni film e,
nonostante tutto, li guarda *anche* in italiano per quello. A me non è
successo. Dei film e telefilm che ho visto e rivisto in italiano ho
apprezzato il poterli finalmente vedere in inglese e quindi di riscoprirli.
Quindi lo so che sembra snob, d'elite, o cose del genere. Me ne rendo
conto. Ma non è per questo. È solo perché in inglese sono *veramente*
meglio, e si cerca sempre di consigliare il meglio, no?
Mi facevi l'esempio di Friends, a cui non ti avvicini in lingua originale
perché faresti troppa fatica. Guarda, io ci farei un pensierino. Se
migliori, e anche guardando Friends si migliora, riscoprirai una valanga di
cose.

Sebastiano
Giacomo Sambusida
2004-11-06 12:11:24 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by Giacomo Sambusida
Credo questo lo utilizzasse come caso limite: Luca Laurenti forse è meglio
non apprezzarlo nella sua originalità.
Appunto, allora meglio non apprezzarlo. O lo vedi tutto, originale, oppure
non lo vedi. Il personaggio, che piaccia o meno, e fatto in tal modo.
Hai senz'altro ragione. Ma stiamo parlando di Luca Laurenti, non di un
personaggio. ;-)


Giacomo
Sebapop
2004-11-06 12:17:43 UTC
Permalink
Post by Giacomo Sambusida
Hai senz'altro ragione. Ma stiamo parlando di Luca Laurenti, non di un
personaggio. ;-)
Vero anche quello. Però se un americano mi dicesse che gli è piaciuto il
modo di fare di Laurenti, dopo averlo visto doppiato in inglese, che senso
avrebbe? Questo è il punto.

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-06 09:00:44 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
ma non è vero. quella tua è la "seconda fase", quella dopo aver
macinato un po' di film in VO. poi c'è la terza in cui raggiungi
l'equilibrio e li puoi guardare anche doppiati. magari tentando di
indovinare che dicevano in origine e collegarlo con movimento
labbiale... :-))
A me la terza fase non è mai venuta. :)
forse a me è venuta perché ho iniziato a vedere la roba in VO quando
fare questa cosa costava un botto, quindi ho avuto dei forti freni
inibitori... :-)
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
non è proprio così. ci sono alcuni attori la cui voce doppiata è molto
meglio, sia perché ci guadagnano in recitazione, sia perché è una voce
più fascinosa.
Ma non è la loro e quindi, se sei abituato, diventa intollerabile solo per
quello.
'abituato'...che parolone...

prima uno era abituato alla voce di Oreste Lionello e di Ferruccio
Amendola. poi come ha fatto, quando ha iniziato a vedere i film in VO?

e nel film The Heat in cui i due era doppiati dalla stessa persona?


insomma...non è da rifiutare il doppiaggio, come fanno gli americani
(e così si perdono i film di mezzo mondo...), solamente c'è da pensare
che è UN PRODOTTO DIVERSO. né migliore né peggiore, semplicemente
diverso.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
sì, ma capisci tutto?
Dipende dal livello.
mica ti parlo di un cartone di Walt Disney, anche se ci sono cartoni e
cartoni. Ad esempio Hercules è troppo "americano", mentre, se ci fai
caso, in tutti gli altri la pronuncia è abbastanza 'pulita', più sul
'britannico'.

Senza dimenticare che invece Mary Poppins è tutto in cockney (dialetto
londinese)...
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
io l'inglese penso di saperlo "abbastanza" (la cosa è relativa, lo
so), ma cmq nelle versioni italiane c'è sempre "qualcosa" che non si è
riusciti a cogliere, almeno non nella prima visione del film in VO.
Io spesso arrivo a quasi il 100%, ben più di quanto arriverei vedendolo
doppiato, dato quello che perdo in traduzione.
ma dai, alla fine sono pochi i film in cui ci sono dei doppi sensi
tali che si perde qualcosa nella traduzione.
in genere sono sempre molto ben adattati.

tranne "The Nanny", che proprio non riesco a perdonare. Come si può
trasformare la cultura yiddish in cultura ciociara, proprio non lo
capisco...
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
e, sinceramente, con i sottotitoli ti perdi l'azione, senza ti perdi
delle parole ogni tanto...
Abitudine, è solamente abitudine. Senza i sottotitoli, invece, la lingua la
si deve conoscere veramente bene.
Ah! Quindi hai bisogno dei sottotitoli! Così " so' bboni tutti " a
capire il 100% :-)))

I sottotitoli poi mica dicono proprio tutto tutto, non possono del
resto.

E poi, anche se sei abituato quanto ti pare, per forza non stai
seguendo l'azione con tutta la tua attenzione, ma sempre con un occhio
ai sottotitoli.

Non è la stessa cosa.


Magari prova a :

1) vedi il film in italiano;
2) vedi il film in inglese coi sottotitoli;
(ripeti un po' di volte questo punto)
3) vedi il film in inglese SENZA i sottotitoli;


PPS a suo tempo mi vidi la trilogia di Guerre Stellari in francese (la
passarono su Antenne 2, ora France 2). Io di francese so veramente
pochissimo. Per quel film mi sono aiutato sapendo praticamente a
memoria tutti e tre i film, in italiano ed in inglese. Sentire le voci
diverse è stato...interessante. Comunque non ho "capito", visto che in
mente mia consideravo la altre versioni. in francese chissà se diceva
proprio la stessa cosa. vabbè, è un film di fantascienza, quali sono i
doppisensi che ci possono essere...
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Sebapop
2004-11-06 09:20:27 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
forse a me è venuta perché ho iniziato a vedere la roba in VO quando
fare questa cosa costava un botto, quindi ho avuto dei forti freni
inibitori... :-)
Magari è così. :)
Post by Giovanni Neiman
'abituato'...che parolone...
Perché? Io sono abituato alle voci originali. E il doppiaggio mi fa schifo.
Post by Giovanni Neiman
prima uno era abituato alla voce di Oreste Lionello e di Ferruccio
Amendola. poi come ha fatto, quando ha iniziato a vedere i film in VO?
Io, personalmente, mi sono dovuto adattare al cambiamento. Poi mi sono
abituato alla nuova cosa, che preferisco, e non me ne frega niente della
versione doppiata.
Post by Giovanni Neiman
insomma...non è da rifiutare il doppiaggio, come fanno gli americani
(e così si perdono i film di mezzo mondo...), solamente c'è da pensare
che è UN PRODOTTO DIVERSO. né migliore né peggiore, semplicemente
diverso.
No, no, io penso che sia proprio peggiore. Se non conosco la lingua uso i
sottotitoli, tanto ormai mi sono abituato. Trovo che siano il male minore
rispetto al doppiaggio.
Post by Giovanni Neiman
mica ti parlo di un cartone di Walt Disney, anche se ci sono cartoni e
cartoni. Ad esempio Hercules è troppo "americano", mentre, se ci fai
caso, in tutti gli altri la pronuncia è abbastanza 'pulita', più sul
'britannico'.
Pensa che io capisco bene l'americano e fatico a capire l'inglese
britannico.
Post by Giovanni Neiman
Senza dimenticare che invece Mary Poppins è tutto in cockney (dialetto
londinese)...
Farei fatica, ma ci sono i sottotitoli.
Post by Giovanni Neiman
ma dai, alla fine sono pochi i film in cui ci sono dei doppi sensi
tali che si perde qualcosa nella traduzione.
Sono quasi tutti. Pensa alle serie TV.
Post by Giovanni Neiman
in genere sono sempre molto ben adattati.
ROTFL.
Post by Giovanni Neiman
tranne "The Nanny", che proprio non riesco a perdonare. Come si può
trasformare la cultura yiddish in cultura ciociara, proprio non lo
capisco...
E Roseanne? E Will & Grace? E pure Friends! E Buffy? Ecc.
Post by Giovanni Neiman
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
e, sinceramente, con i sottotitoli ti perdi l'azione, senza ti perdi
delle parole ogni tanto...
Abitudine, è solamente abitudine. Senza i sottotitoli, invece, la lingua la
si deve conoscere veramente bene.
Ah! Quindi hai bisogno dei sottotitoli! Così " so' bboni tutti " a
capire il 100% :-)))
Ma che dici? Io sono abituato ai sottotitoli perché li ho sempre usati. Ora
non li uso più, tranne in *tutti* i film non inglesi, film italiani
esclusi. E sono abituato.
I sottotitoli nei film inglesi non li uso quasi mai, tranne quando ci sono
fortissimi accenti British. Ma tendo a non usarli nemmeno in quei casi.
Post by Giovanni Neiman
I sottotitoli poi mica dicono proprio tutto tutto, non possono del
resto.
Sì, lo so.
Post by Giovanni Neiman
E poi, anche se sei abituato quanto ti pare, per forza non stai
seguendo l'azione con tutta la tua attenzione, ma sempre con un occhio
ai sottotitoli.
Come ho detto è il male minore, rispetto al doppiaggio che cancella le voci
originali.
Post by Giovanni Neiman
1) vedi il film in italiano;
E perché dovrei? Non ho nemmeno DVD con l'audio italiano!
Post by Giovanni Neiman
2) vedi il film in inglese coi sottotitoli;
Non mi servono i sottotitoli!
Post by Giovanni Neiman
3) vedi il film in inglese SENZA i sottotitoli;
Ecco, questa è l'unica cosa che faccio.

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-06 17:20:21 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
'abituato'...che parolone...
Perché? Io sono abituato alle voci originali. E il doppiaggio mi fa schifo.
il mondo è bello perché è avariato, capisco.

effettivamente la discrepanza tra il labbiale ed il sonoro si nota
dopo che si ha visto diverse volte i film in LO, ma non significa che
non si possa tornare indietro :-))
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
prima uno era abituato alla voce di Oreste Lionello e di Ferruccio
Amendola. poi come ha fatto, quando ha iniziato a vedere i film in VO?
Io, personalmente, mi sono dovuto adattare al cambiamento. Poi mi sono
abituato alla nuova cosa, che preferisco, e non me ne frega niente della
versione doppiata.
peccato, perché loro due sono bravi. io considerei le due cose (in
italiano ed in inglese) come due prodotti un po' diversi, tutti e due
degni di considerazione.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
insomma...non è da rifiutare il doppiaggio, come fanno gli americani
(e così si perdono i film di mezzo mondo...), solamente c'è da pensare
che è UN PRODOTTO DIVERSO. né migliore né peggiore, semplicemente
diverso.
No, no, io penso che sia proprio peggiore. Se non conosco la lingua uso i
sottotitoli, tanto ormai mi sono abituato. Trovo che siano il male minore
rispetto al doppiaggio.
beh ma non puoi prestare la stessa attenzione all'immagine, se stai
guardando i sottotitoli. non dico che non ci puoi proprio prestare
attenzione, dico che non ci puoi prestare la STESSA attenzione che se
non avessi bisogno di guardarli (come nel caso in cui il film sia in
una lingua che tu sappia abbastanza bene da non necessitarti i
sottotitoli).

Non è la stessa cosa, non può esserla. Inoltre i sottotitoli non
dicono proprio tutto e non conoscendo per niente la lingua (parlo di
lingue che non siano l'inglese, quindi) non si possono sentire le
inflessioni della voce, vedere quali parole sono stressate, etc.

intendimi: io vedo film giapponesi e russi in lingua originali, poi
però, se è possibile, mi vedo anche la versione italiana.
e ne guadagno moltissimo.
e viversa.

io non sarei così dicotomico. secondo me servono entrambe le cose, per
la loro parte.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
mica ti parlo di un cartone di Walt Disney, anche se ci sono cartoni e
cartoni. Ad esempio Hercules è troppo "americano", mentre, se ci fai
caso, in tutti gli altri la pronuncia è abbastanza 'pulita', più sul
'britannico'.
Pensa che io capisco bene l'americano e fatico a capire l'inglese
britannico.
dipende da come sei abituato.

allora come fai con film come About a boy, Mary Poppins (come detto
sotto), Bravehaert (in inflessione scozzese!) o Michael Collins
(iralandese!), etc. etc. etc.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
Senza dimenticare che invece Mary Poppins è tutto in cockney (dialetto
londinese)...
Farei fatica, ma ci sono i sottotitoli.
non è uguale, in quanto i personaggi diversi, di classi sociali
diverse, parlano con più o meno inflessione dialettale, con più o meno
errori. un po' come nei film di Spike Lee (cfr ultimo titolo: She hate
me, senza la s della terza persona).

Ti perdi molto, qualcosa che dopotutto si perde anche nella versione
italiana, però non ti dico di non vederlo in LO anche se non sei in
grado di capire tutto, dico solo che, visto che lo vedi in LO
facendoti bastare i sottotitoli, non per questo devi rinunciare a
vederlo in italiano.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
ma dai, alla fine sono pochi i film in cui ci sono dei doppi sensi
tali che si perde qualcosa nella traduzione.
Sono quasi tutti. Pensa alle serie TV.
i doppi sensi sono cambiati, restando però il loro lato umoristico.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
in genere sono sempre molto ben adattati.
ROTFL.
bene adattati non significa "uguali". significa solo che c'entrano
nella situazione, che sortiscono l'effetto voluto.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
tranne "The Nanny", che proprio non riesco a perdonare. Come si può
trasformare la cultura yiddish in cultura ciociara, proprio non lo
capisco...
E Roseanne? E Will & Grace? E pure Friends! E Buffy? Ecc.
Friends avrei diverse difficoltà in inglese. E' troppo pregno della
società americana, diverse cose, anche coi sottotitoli, mi
sfuggirebbero e, soprattutto, da piacere che è in italiano, si
tramuterebbe in sforzo, in inglese, perdendo il 95% del suo charme.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
1) vedi il film in italiano;
E perché dovrei? Non ho nemmeno DVD con l'audio italiano!
rovescio: perché non dovresti? :-)

perché ti vuoi limitare? :-))
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
2) vedi il film in inglese coi sottotitoli;
Non mi servono i sottotitoli!
ah allora sei popo 'n grosso, direbbero a Roma...
:-)
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
3) vedi il film in inglese SENZA i sottotitoli;
Ecco, questa è l'unica cosa che faccio.
ti perdi così quello che avresti potuto apprendere da tutte le altre
cose che non fai.
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Sebapop
2004-11-06 17:41:04 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
effettivamente la discrepanza tra il labbiale ed il sonoro si nota
dopo che si ha visto diverse volte i film in LO, ma non significa che
non si possa tornare indietro :-))
E perché devo farlo? Il doppiaggio è peggiore, non mi piace e non mi serve.
Post by Giovanni Neiman
peccato, perché loro due sono bravi. io considerei le due cose (in
italiano ed in inglese) come due prodotti un po' diversi, tutti e due
degni di considerazione.
Frega niente dei doppiatori. Io guardo gli attori.
Post by Giovanni Neiman
beh ma non puoi prestare la stessa attenzione all'immagine, se stai
guardando i sottotitoli.
E non puoi prestare la stessa attenzione al film se stai ascoltando
un'altra cosa. Lo considero il male minore.
Post by Giovanni Neiman
Non è la stessa cosa, non può esserla. Inoltre i sottotitoli non
dicono proprio tutto e non conoscendo per niente la lingua (parlo di
lingue che non siano l'inglese, quindi) non si possono sentire le
inflessioni della voce, vedere quali parole sono stressate, etc.
Ok. Ma rimangono il male minore, IMHO. E, in caso uno conosca la lingua
originale, non sono solo il male minore, ma sono proprio la scelta
migliore.
Post by Giovanni Neiman
intendimi: io vedo film giapponesi e russi in lingua originali, poi
però, se è possibile, mi vedo anche la versione italiana.
Io no, non ne ho motivo.
Post by Giovanni Neiman
e ne guadagno moltissimo.
Non vedo il guadagno. I film italiani li guardi anche in inglese? Io no.
Post by Giovanni Neiman
io non sarei così dicotomico. secondo me servono entrambe le cose, per
la loro parte.
Io capisco l'inglese, non ho ancora capito perché dovrei guardarli anche in
italiano. E i film in giapponese o in altre lingue, li guardo così. Se
voglio, me li riguardo, anche senza sottotitoli, per *entrare* nelle
immagini. Potrei guardarli anche in inglese, non vedo perché l'italiano
debba servirmi.
Post by Giovanni Neiman
dipende da come sei abituato.
Appunto.
Post by Giovanni Neiman
allora come fai con film come About a boy, Mary Poppins (come detto
sotto), Bravehaert (in inflessione scozzese!) o Michael Collins
(iralandese!), etc. etc. etc.
Li seguo con più difficoltà. E, se mi servono, metto i sottotitoli in
inglese. Il doppiaggio proprio non mi serve. Lo sai che anche gli Americani
fanno fatica a seguire tali film?
Post by Giovanni Neiman
non è uguale, in quanto i personaggi diversi, di classi sociali
diverse, parlano con più o meno inflessione dialettale, con più o meno
errori.
Sì, ma io *capisco* quello che dicono. Anche se il sottotitolo non è
perfetto, mi aiuterebbe in parole difficili, darei solo rapide occhiate.
Nei film americani, invece, i sottotitoli non li metto mai.
Post by Giovanni Neiman
un po' come nei film di Spike Lee (cfr ultimo titolo: She hate
me, senza la s della terza persona).
Ho appena visto un episodio di The Fresh Prince of Bel-Air, non ho grossi
problemi con il Black English.
Comunque la spiegazione di quel titolo la trovi nel forum di IMDB.
Post by Giovanni Neiman
Ti perdi molto, qualcosa che dopotutto si perde anche nella versione
italiana, però non ti dico di non vederlo in LO anche se non sei in
grado di capire tutto, dico solo che, visto che lo vedi in LO
facendoti bastare i sottotitoli, non per questo devi rinunciare a
vederlo in italiano.
Non vedo motivo di vederlo in italiano. La versione italiana non aggiunge
niente, stravolge.
Post by Giovanni Neiman
i doppi sensi sono cambiati, restando però il loro lato umoristico.
Ma sono cambiati, e di quelli cambiati non me ne frega niente.
Post by Giovanni Neiman
bene adattati non significa "uguali". significa solo che c'entrano
nella situazione, che sortiscono l'effetto voluto.
E a me non interessa. Io non voglio le battute adattate in quel modo. Io
voglio quelle originali. Ma è così difficile da capire?
Post by Giovanni Neiman
Friends avrei diverse difficoltà in inglese. E' troppo pregno della
società americana, diverse cose, anche coi sottotitoli, mi
sfuggirebbero e, soprattutto, da piacere che è in italiano, si
tramuterebbe in sforzo, in inglese, perdendo il 95% del suo charme.
Friends è una delle cose più facili. Arrivo a quasi il 100% in ogni
episodio.
Come vedi, dipende dal livello del proprio inglese.
Post by Giovanni Neiman
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
1) vedi il film in italiano;
E perché dovrei? Non ho nemmeno DVD con l'audio italiano!
rovescio: perché non dovresti? :-)
Se la lingua originale è l'inglese:

A) Non ho DVD con audio italiano
B) L'audio italiano non aggiunge niente alla comprensione (nel mio caso)
perché io l'inglese lo so.
C) Come rendano le cose in italiano non mi interessa

Se la lingua originale non è l'inglese:

A) Non ho DVD con audio italiano
B) Considero i sottotitoli il male minore
C) Come rendano le cose in italiano non mi interessa
Post by Giovanni Neiman
perché ti vuoi limitare? :-))
Parla quello che non compra online. Perché ti limiti?
Post by Giovanni Neiman
ah allora sei popo 'n grosso, direbbero a Roma...
:-)
Non so nemmeno che voglia dire. Se ti riferisci all'inglese, sì, lo conosco
bene. Potrei migliorare, ed è quello che faccio.
Post by Giovanni Neiman
ti perdi così quello che avresti potuto apprendere da tutte le altre
cose che non fai.
ROTFL. E tu ti perdi tutto quello che avresti potuto apprendere se il tuo
inglese fosse sufficiente da farti capire Friends in originale. :)

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-07 00:12:23 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
e ne guadagno moltissimo.
Non vedo il guadagno. I film italiani li guardi anche in inglese? Io no.
non conosco film italiani che siano anche in inglese. Forse la Vita è
bella, ma non l'ho mai visto in inglese.

Quelli di Zeffirelli sono direttamente in inglese, quindi non contano.
Post by Sebapop
Potrei guardarli anche in inglese, non vedo perché l'italiano
debba servirmi.
per capire più le cose che vengono dette continuando a prestare
attenzione alle immagini.
Post by Sebapop
Li seguo con più difficoltà. E, se mi servono, metto i sottotitoli in
inglese. Il doppiaggio proprio non mi serve. Lo sai che anche gli Americani
fanno fatica a seguire tali film?
se sono scemi loro, perché lo devo essere anche io? :-))

cmq verametne fanno fatica? e gli inglesi fanno fatica coi film
americani?
Post by Sebapop
Non vedo motivo di vederlo in italiano. La versione italiana non aggiunge
niente, stravolge.
aggiunge la capacità per lo spettatore di lingua italiana di seguire
meglio. per me è così. non mi ritengo sufficientemente bravo in
inglese, nonostante abbia un FCE col massimo dei voti (che non è
chissà cosa, ma non è neanche niente).
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
perché ti vuoi limitare? :-))
Parla quello che non compra online. Perché ti limiti?
perché non mi capita.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
ah allora sei popo 'n grosso, direbbero a Roma...
:-)
Non so nemmeno che voglia dire.
che sei veramente uno che ha capito tutto.

una frase ironica.

ps non sapendo il romano ti perdi sordi, manfredi, e anche montesano e
verdone...che fai, guardi i sottotitoli? ma sono sempre in romano...
:-))))
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Sebapop
2004-11-07 10:32:39 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
non conosco film italiani che siano anche in inglese. Forse la Vita è
bella, ma non l'ho mai visto in inglese.
Sì, è stato tradotto. Che ti servirebbe guardarlo in inglese? Niente. Come
a me non serve guardare i film americani in italiano.
Post by Giovanni Neiman
Post by Sebapop
Potrei guardarli anche in inglese, non vedo perché l'italiano
debba servirmi.
per capire più le cose che vengono dette continuando a prestare
attenzione alle immagini.
Ma non mi serve l'adattamento per capire, perché comunque sono traduzioni.
Se è un film particolarmente tosto lo guardo una volta con i sottotitoli in
inglese. Non ho ancora capito a chi mi dovrebbe servire il doppiaggio.
Post by Giovanni Neiman
se sono scemi loro, perché lo devo essere anche io? :-))
^_^
Post by Giovanni Neiman
cmq verametne fanno fatica?
Sì. Certi accenti inglesi sono molto difficili per gli americani. Ma anche
certi accenti australiani.
Post by Giovanni Neiman
e gli inglesi fanno fatica coi film americani?
Non in generale, ma alcuni accenti particolarmente forti, dove il "southern
drawl" è particolarmente accentuato, possono rendere le cose difficili
anche a loro. Senza contare che ci sono parole ed espressioni americane che
gli inglesi *non* conoscono e ci sono parole ed espressioni inglesi che gli
americani non conoscono e ci sono parole ed espressioni che hanno
significati opposti da una parte e dall'altra dell'oceano.
Post by Giovanni Neiman
aggiunge la capacità per lo spettatore di lingua italiana di seguire
meglio. per me è così. non mi ritengo sufficientemente bravo in
inglese, nonostante abbia un FCE col massimo dei voti (che non è
chissà cosa, ma non è neanche niente).
Per te è così per il tuo livello linguistico. Per il mio - C2, CAE non
ancora fatto, ma ho fatto, in università, il Profieciecy, C1 - non serve.
E, IMHO, miglioreresti di più se invece di vedere la versione doppiata,
guardassi *prima* il film in inglese (con i sottotitoli in inglese, se
senza non sei capace) e *poi*, se proprio, con i sottotitoli in italiano.
Lo puoi sempre guardare in inglese *senza* sottotitoli, per poterti
concentrare bene. E si migliora in modo incredibile.
Post by Giovanni Neiman
perché non mi capita.
E pure a me. Non mi capita, non avendo DVD con audio italiano. :D
Post by Giovanni Neiman
che sei veramente uno che ha capito tutto.
Grazie, non avevo capito.
Post by Giovanni Neiman
una frase ironica.
ps non sapendo il romano ti perdi sordi, manfredi, e anche montesano e
verdone...che fai, guardi i sottotitoli? ma sono sempre in romano...
:-))))
E che ci posso fare, non posso imparare tutte le lingue del mondo. Che
faresti tu, li doppieresti in italiano standard?
Io li preferisco così.
Però ho visto Malèna con i sottotitoli, perché non capivo niente.

Sebastiano
MarColas
2004-11-07 11:35:14 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
che sei veramente uno che ha capito tutto.
Grazie, non avevo capito.
Mi sto divertendo un mondo :-D

MarColas

--

Non c'e' mai abbastanza tempo per fare tutto il niente che si vuole
momo
2004-11-07 11:51:19 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Non in generale, ma alcuni accenti particolarmente forti, dove il "southern
drawl" è particolarmente accentuato, possono rendere le cose difficili
anche a loro. Senza contare che ci sono parole ed espressioni americane che
gli inglesi *non* conoscono e ci sono parole ed espressioni inglesi che gli
americani non conoscono e ci sono parole ed espressioni che hanno
significati opposti da una parte e dall'altra dell'oceano.
Rimanendo in casa nostra... quanti di voi hanno capito piu' del 20% di
un film come "Mary per sempre" ?
Le differenze linguisticamente "toste" non ci sono solo oltreoceano,
ci sono anche in Italia
Sebapop
2004-11-07 12:16:51 UTC
Permalink
Post by momo
Rimanendo in casa nostra... quanti di voi hanno capito piu' del 20% di
un film come "Mary per sempre" ?
Non visto, ma ho fatto fatica con Malèna, mentre la prima parte era per me
incomprensibile. Ma ci sono personaggi del mondo della musica che ho visto
in televisione e non ho capito niente. Mia madre adora le canzoni
napoletane e ricordo di aver visto inseme a lei qualcosa in TV qualche anno
fa. Un cantante che, in una trasmissione di quelle odiose della domenica,
cantava un suo pezzo. E poi si è messo a parlare. Non capivo la canzone, e
non capivo lui. Ma non solo per l'accento, come accade in inglese, ma
perché parlava quel misto italiano-dialetto incomprensibile. Ricordo due
napoletani sul treno per la calabria. Uno mi parlava in napoletano. E io
sorridevo. L'altro lo guarda, e gli dice "ma gli vuoi parlare in italiano,
se vuoi farti capire?". E il tizio mi fa, in italiano "ma veramente non hai
capito niente?" E io ho risposto:"questa è la prima cosa che capisco." :)
Post by momo
Le differenze linguisticamente "toste" non ci sono solo oltreoceano,
ci sono anche in Italia
Se tutti parlano solo italiano, sono molto minori, dato che la pronuncia
non influenza la comprensione. Io capisco chi parla con accento veronese,
milanese, napoletano, palermitano, genovese, livornese, pisano, ecc.
Ma non capisco chi parla in dialetto napoletano, milanese, palermitano,
genovese, ecc. Capisco il veronese (faccio fatica alcune volte), il
vicentino (non tutto), poco padovano (credo, almeno) e quasi niente di
veneziano. E quando persone che vengono da posti diversi parlano con quel
misto di italiano-dialetto-accento e il tutto condito da modi di dire
locali farciti di errori grammaticali dovuti al dialetto, ecco, la
comprensione crolla.
In inglese se una persona parla con l'accento di Leeds viene capita a
fatica anche dai londinesi, senza scomodare gli americani. E non si tratta
di dialetti, come da noi, ma proprio di pronuncia diversa delle stesse
cose. E, come ben sai, la pronuncia in inglese ha un'importanza enorme.
Però, dato che abbiamo i dialetti, la situazione diventa critica anche in
italiano.

Sebastiano
momo
2004-11-07 14:01:18 UTC
Permalink
Post by Sebapop
In inglese se una persona parla con l'accento di Leeds viene capita a
fatica anche dai londinesi, senza scomodare gli americani. E non si tratta
di dialetti, come da noi, ma proprio di pronuncia diversa delle stesse
cose. E, come ben sai, la pronuncia in inglese ha un'importanza enorme.
Hai mai sentito i fratelli Gallagher (i due cantanti degli Oasis) ?
Sono di Manchester, e hanno una parlata veramente strana, quasi
marziana.
Poi invece a Liverpool, che è vicinissima a Manchester, sono meno
drastici, quando sento le vecchie interviste ai Beatles capisco
praticamente tutto al 99%, sono abbastanza fluenti per la comprensione
(e loro agli inizi venivano presi in giro per il loro accento di
Liverpool), forse solo George Harrison (pace all'anima sua) aveva la
pronuncia piu' particolare rispetto agli altri 3
Sebapop
2004-11-07 15:03:19 UTC
Permalink
Post by momo
Hai mai sentito i fratelli Gallagher (i due cantanti degli Oasis) ?
Sì, stranissimi. Manchurian accent.
Post by momo
Sono di Manchester, e hanno una parlata veramente strana, quasi
marziana.
Poi invece a Liverpool, che è vicinissima a Manchester, sono meno
drastici, quando sento le vecchie interviste ai Beatles capisco
praticamente tutto al 99%, sono abbastanza fluenti per la comprensione
(e loro agli inizi venivano presi in giro per il loro accento di
Liverpool), forse solo George Harrison (pace all'anima sua) aveva la
pronuncia piu' particolare rispetto agli altri 3
Conta anche l'abitudine. Io faccio comunque fatica a seguire gli inglesi,
anche se comunque capisco. Non uso i sottotitoli in Harry Potter, ma a
volte, tipo Hagrid, li vorrei.

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-07 17:14:24 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by momo
Hai mai sentito i fratelli Gallagher (i due cantanti degli Oasis) ?
Sì, stranissimi. Manchurian accent.
sarebbe?

si dice così l'aggettivo di Manchèster?
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Sebapop
2004-11-07 17:24:02 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
si dice così l'aggettivo di Manchèster?
Volendo. Anche Manchester accent credo vada bene. Manchurian è l'abitante
di Manchester, se non ricordo male.

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-07 17:52:16 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
si dice così l'aggettivo di Manchèster?
Volendo. Anche Manchester accent credo vada bene. Manchurian è l'abitante
di Manchester, se non ricordo male.
The Manchurian Candidate non c'entra niente, no?

o sì?
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Sebapop
2004-11-07 18:19:05 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
The Manchurian Candidate non c'entra niente, no?
Non l'ho mai visto, ma credo sia legato alla Manchuria.

Sebastiano
Marianna
2004-11-07 18:23:22 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
si dice così l'aggettivo di Manchèster?
Volendo. Anche Manchester accent credo vada bene. Manchurian è l'abitante
di Manchester, se non ricordo male.
dico una cavolata: non è "Mancunian"?

ciao,
Marianna
--
Women, can't live with them... end of sentence.
Sebapop
2004-11-07 18:32:28 UTC
Permalink
Post by Marianna
dico una cavolata: non è "Mancunian"?
Sì. ^_^

La memoria mi ha fatto uno scherzo. Ricordavo male un post su
it.cultura.linguistica.inglese.

http://snipurl.com/agqh

Mi scuso per l'imprecisione. Mancunian accent.

Sebastiano
Marianna
2004-11-07 18:48:39 UTC
Permalink
Post by Sebapop
La memoria mi ha fatto uno scherzo. Ricordavo male un post su
it.cultura.linguistica.inglese.
càpita. ;)
Post by Sebapop
http://snipurl.com/agqh
bella l'ultima risposta. :D

Tanto per rispondere al post di sopra e ritornare vagamente IT, "The
Manchurian Candidate" non c'entra nulla coi fratelli Gallagher :P e il dvd
[NO ITA] costa pochissimo da dvdsoon. :)

saluti,
Marianna
--
Women, can't live with them... end of sentence.
Antonio Fanelli
2004-11-07 17:39:36 UTC
Permalink
Post by momo
Hai mai sentito i fratelli Gallagher (i due cantanti degli Oasis) ?
Sono di Manchester, e hanno una parlata veramente strana, quasi
marziana.
qui in Puglia un duo comico fece una parodia degli Oasis.
Il gruppo di chiamava Oeasais, credo, e cantavano e parlavano in un
dialetto della provincia barese a me del tutto incomprensibile.
--
Xander: For I am Xander, king of cretins. Let all lesser cretins bow before me.

http://www.intervocative.com/dvdcollection.aspx/Voss
Giovanni Neiman
2004-11-07 17:55:59 UTC
Permalink
Il Sun, 07 Nov 2004 18:39:36 +0100, Antonio Fanelli
Post by Antonio Fanelli
Post by momo
Hai mai sentito i fratelli Gallagher (i due cantanti degli Oasis) ?
Sono di Manchester, e hanno una parlata veramente strana, quasi
marziana.
qui in Puglia un duo comico fece una parodia degli Oasis.
Il gruppo di chiamava Oeasais, credo, e cantavano e parlavano in un
dialetto della provincia barese a me del tutto incomprensibile.
Scaricati la versione romana di Dragostea Din Tei.

O la versione napoletana di Teorema (di Tony Tammaro).

Che dire poi della versione spagnola di Non amarmi (No me ames di
Jennifer Lopez e Marc Anthony)...
--
Post by Antonio Fanelli
Giò
Problems are how you get them felt.
Giovanni Neiman
2004-11-07 16:53:07 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Se tutti parlano solo italiano, sono molto minori, dato che la pronuncia
non influenza la comprensione. Io capisco chi parla con accento veronese,
milanese, napoletano, palermitano, genovese, livornese, pisano, ecc.
Ma non capisco chi parla in dialetto napoletano, milanese, palermitano,
genovese, ecc. Capisco il veronese (faccio fatica alcune volte), il
vicentino (non tutto), poco padovano (credo, almeno) e quasi niente di
veneziano.
E l'abruzzòs? E il molisano? E il maceratese, l'angonetano, il
marchisciano in generale? E il ciociaro? E il burino (paesi del Lazio,
ma anche dell'Umbria)?
Post by Sebapop
In inglese se una persona parla con l'accento di Leeds viene capita a
fatica anche dai londinesi, senza scomodare gli americani. E non si tratta
di dialetti, come da noi, ma proprio di pronuncia diversa delle stesse
cose. E, come ben sai, la pronuncia in inglese ha un'importanza enorme.
Però, dato che abbiamo i dialetti, la situazione diventa critica anche in
italiano.
Qui in Italia in alcuni dialetti non cambia solo la pronuncia, ma
anche proprio i vocaboli, l'ortografia, la grammatica, etc. etc..
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Sebapop
2004-11-07 17:24:36 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
Qui in Italia in alcuni dialetti non cambia solo la pronuncia, ma
anche proprio i vocaboli, l'ortografia, la grammatica, etc. etc..
Appunto. Ecco perché è normale non capire niente. :)

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-07 16:49:56 UTC
Permalink
Post by momo
Rimanendo in casa nostra... quanti di voi hanno capito piu' del 20% di
un film come "Mary per sempre" ?
vidi un pezzettino quand'ero piccolo, non ricordo.
Post by momo
Le differenze linguisticamente "toste" non ci sono solo oltreoceano,
ci sono anche in Italia
lo dicevo appunto.


sorvolando il romano che come dialetto mi sembra abbastanza facile, in
quanto abbastanza perduto ed 'italianizzato', che dire del Mulino del
Po', o, per andare un po' più sul moderno, di Troisi (io non riesco a
capire quasi niente)?
--
Post by momo
Giò
Problems are how you get them felt.
mAx
2004-11-07 12:29:31 UTC
Permalink
Il 07 Nov 2004, 11:32, Sebapop <***@yahoo.it> ha scritto:

[US vs UK]
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
cmq verametne fanno fatica?
Sì. Certi accenti inglesi sono molto difficili per gli americani. Ma anche
certi accenti australiani.
IMHO questa e' piu' una leggenda intercontinentale che la realta',
altrimenti non capisco come possano essere andati negli USA non doppiati/non
sottotitoliati molti film. Un esempio su tutti: la trilogia de "Il Signore
degli Anelli", in cui uno parla con accento americano, uno con accento
inglese, uno con accenti irlandese...

IMHO non e' che non capiscano, fanno un po' fatica. Altrimenti dovrebbe
essere vero anche il contrario e tutti i film statunitensi che passano in UK
dovrebbero essere sottotitolati al cinema.

Ciao,
mAx

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Sebapop
2004-11-07 12:56:30 UTC
Permalink
Post by mAx
IMHO questa e' piu' una leggenda intercontinentale che la realta',
altrimenti non capisco come possano essere andati negli USA non doppiati/non
sottotitoliati molti film. Un esempio su tutti: la trilogia de "Il Signore
degli Anelli", in cui uno parla con accento americano, uno con accento
inglese, uno con accenti irlandese...
Fidati, di americani ne conosco. Non è una leggenda. Nella maggior parte
dei casi fanno fatica. Ma in casi più "estremi", citavo Leeds, si arriva a
non capire pezzi.
Post by mAx
IMHO non e' che non capiscano, fanno un po' fatica. Altrimenti dovrebbe
essere vero anche il contrario e tutti i film statunitensi che passano in UK
dovrebbero essere sottotitolati al cinema.
Gli accenti inglesi sono più strani, differiscono maggiormente rispetto
all'inglese "standard". L'American English è meno differenziato al suo
interno.
Nella maggior parte dei casi gli americani quando si trovano accenti
difficili inglesi fanno fatica, ma alcuni punti proprio non li capiscono.
Conosco chi ha ha fatto fatica con Notting Hill.
E conosco chi, pur essendo inglese, si deve far ripetere frasi dette da
persone di Leeds.

Sebastiano
momo
2004-11-07 14:04:00 UTC
Permalink
On Sun, 7 Nov 2004 13:56:30 +0100, Sebapop <***@yahoo.it>
wrote:

CUTTONE

Seba, questa parte di thread mi fa venire in mente gli episodi di
Friends con Emily e la reazione degli altri alla sua parlata, con
Chandler che la imita e Monica che lo implora di smettere di parlare
in quella maniera
Sebapop
2004-11-07 14:05:43 UTC
Permalink
Post by momo
Seba, questa parte di thread mi fa venire in mente gli episodi di
Friends con Emily e la reazione degli altri alla sua parlata, con
Chandler che la imita e Monica che lo implora di smettere di parlare
in quella maniera
Vero. L'attrice che interpreta Emily ha esagerato il suo accento British
per volontà della produzione. :)

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-07 17:15:52 UTC
Permalink
Post by momo
CUTTONE
Seba, questa parte di thread mi fa venire in mente gli episodi di
Friends con Emily e la reazione degli altri alla sua parlata, con
Chandler che la imita e Monica che lo implora di smettere di parlare
in quella maniera
ti ricordi però di quanto ci marciavano?

troppo...


e quando poi ci sono dei misundertandig per i gesti? come se TUTTI i
gesti inglesi significassero il contrario degli stessi, in america...


alla fin fine, forse sarò io che conosco solo il f*ck off, ma mi sa
che è l'unico che è diverso...
--
Post by momo
Giò
Problems are how you get them felt.
Antonio Fanelli
2004-11-07 17:43:31 UTC
Permalink
Post by momo
Seba, questa parte di thread mi fa venire in mente gli episodi di
Friends con Emily e la reazione degli altri alla sua parlata, con
Chandler che la imita e Monica che lo implora di smettere di parlare
in quella maniera
Esattamente.

Guardando Friends in originale la quarta stagione è una delle più
divertenti proprio per le dfferenze di linguaggio.
Si apprezzano cose, tipo sguardi perplessi che si scambaino i
protagonisti, che nel doppiaggio italiano proprio non hanno senso.

O per tornare al mio venerato Buffy: c'è un episodio in cui BUffy si
sconta con Dracula, che in inglese parla con accento transilvano e in
italiano no.
Ovvio che in questo modo si perde metà del piacere.
--
Xander: For I am Xander, king of cretins. Let all lesser cretins bow before me.

http://www.intervocative.com/dvdcollection.aspx/Voss
Giovanni Neiman
2004-11-07 18:00:54 UTC
Permalink
Il Sun, 07 Nov 2004 18:43:31 +0100, Antonio Fanelli
Post by Antonio Fanelli
O per tornare al mio venerato Buffy: c'è un episodio in cui BUffy si
sconta con Dracula, che in inglese parla con accento transilvano e in
italiano no.
Ovvio che in questo modo si perde metà del piacere.
perché tu conosci l'accento inglese transilvano ?


io mi fermo all'accento slavo o russo, o tedesco, quello francese,
quello spagnolo, quello italiano o italo-americano, quello londinese,
quello scozzese, quello irlandese, quello scandinavo, quello
australiano, quello newyorkese, quello di chicago, quello
californiano, quello del profondo sud...

non ho la più pallida idea di come parlino inglese in transilvania.
--
Post by Antonio Fanelli
Giò
Problems are how you get them felt.
mAx
2004-11-07 14:21:29 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Fidati, di americani ne conosco. Non è una leggenda. Nella maggior parte
dei casi fanno fatica. Ma in casi più "estremi", citavo Leeds, si arriva a
non capire pezzi.
OK pal: I trust you.
Ma... Come se la sono cavata con "Il Signore degli Anelli" allora? Non e'
una domanda polemica la mia, sia chiaro, non voglio sottintendere di aver
ragione: e' pura e semplice curiosita'. :)
Post by Sebapop
Gli accenti inglesi sono più strani, differiscono maggiormente rispetto
all'inglese "standard". L'American English è meno differenziato al suo
interno.
Nella maggior parte dei casi gli americani quando si trovano accenti
difficili inglesi fanno fatica, ma alcuni punti proprio non li capiscono.
Conosco chi ha ha fatto fatica con Notting Hill.
E conosco chi, pur essendo inglese, si deve far ripetere frasi dette da
persone di Leeds.
Quindi, riassumendo: gli inglesi si adattano, per una questione anche
culturale di abitudine, gli americani no. Posso sollevare un dubbio? Non
perche' non mi fidi di quel che dici, ma perche' mi nasce spontaneo. Gli
accenti USA sono i piu' svariati. Eppure si capiscono. Tu stesso dici di
capire l'inglese dei black d'America, eppure e' tosto. Il texano, in
generale la parlata del sud e' molto "strascicata" eppure si capiscono.
All'interno della stessa NY che entrambi tanto amiamo, ci sono differenti
accenti. Eppure si capiscono. Ciononostante, mi dici, faticano a capire gli
inglesi. Ciononostante attori madrelingua inglese affollano blockbuster
americani. How come? Io ho parlato con americani che non mi hanno mai detto
di non capire gli inglesi, ma che mediamente vengono considerati, per la
loro parlata, piu' "smart". E' come se l'accento inglese fosse per loro una
versione light del nostro burocratese. Quindi non incomprensibile, piuttosto
non per tutti, non per i pigri.

(certo che 'sta storia del doppiaggio vs lingua originale ormai e' ciclica,
eh. Complimenti per la pazienza. :P)

Ciao,
mAx


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Sebapop
2004-11-07 14:58:38 UTC
Permalink
Post by mAx
OK pal: I trust you.
Ma... Come se la sono cavata con "Il Signore degli Anelli" allora? Non e'
una domanda polemica la mia, sia chiaro, non voglio sottintendere di aver
ragione: e' pura e semplice curiosita'. :)
Un film difficile, non difficilissimo. Un po' di fatica con Gimli, se non
erro.
Molto più difficili Snatch, Billy Elliot, Lock & Stock and Two Smoking
Barrels.
Post by mAx
Quindi, riassumendo: gli inglesi si adattano, per una questione anche
culturale di abitudine, gli americani no.
No, sbagliato. Gli inglesi si ritrovano davanti un inglese americano
diverso dal loro British English, ma che comunque è abbastanze contenuto
come "variazioni interne", anche se comunque è influenzato da lingue
diverse e si ritrova con una miriade di accenti "esteri". E uno slang molto
variegato, ma anche molto diffuso a livello mondiale.
Gli americani, invece, si ritrovano davanti ad un concentrato con
differenze interne incredibili.
L'abitudine sta nel fatto che nei cinema inglesi ci sono moltissimi film
americani, mentre nei cinema americani ci sono pochi film *non* americani.
Post by mAx
Posso sollevare un dubbio? Non
perche' non mi fidi di quel che dici, ma perche' mi nasce spontaneo. Gli
accenti USA sono i piu' svariati. Eppure si capiscono.
Sì, slang escluso.
Post by mAx
Tu stesso dici di
capire l'inglese dei black d'America, eppure e' tosto.
Molto tosto e faccio molta fatica. Mi sono allenato con The Jeffersons e
ora con The Fresh Prince of Bel-Air, ma anche My Wife and Kids (poco).
Post by mAx
Il texano, in
generale la parlata del sud e' molto "strascicata" eppure si capiscono.
King of the Hill, King of the Hill! :)
Post by mAx
All'interno della stessa NY che entrambi tanto amiamo, ci sono differenti
accenti. Eppure si capiscono. Ciononostante, mi dici, faticano a capire gli
inglesi.
Vero. L'accento RP, lo standard inglese, viene capito, anche se comunque
non facilmente quanto il normale accento americano. E viceversa. Fai finta
che la varia
Post by mAx
Ciononostante attori madrelingua inglese affollano blockbuster
americani. How come? Io ho parlato con americani che non mi hanno mai detto
di non capire gli inglesi, ma che mediamente vengono considerati, per la
loro parlata, piu' "smart". E' come se l'accento inglese fosse per loro una
versione light del nostro burocratese. Quindi non incomprensibile, piuttosto
non per tutti, non per i pigri.
Perché sono accenti standard. E con un pizzico di attenzione si capiscono
benissimo. Nei film inglesi, invece, ci sono molti più tipi di accenti
locali e le cose si complicano.
E, per il discorso di "smart", è vero. Il professore universitario, la
persona colta, il saggio, ecc. Spesso sono British. Vedi Nigel in Relic
Hunter, il bibliotecario in Buffy, il finto accento di Ross in Friends,
ecc.
Ma non solo "smart", ma anche "posh" e "funny", ovvero snob e comico.
Vedi le prese in giro, tipo in Will & Grace.
Post by mAx
(certo che 'sta storia del doppiaggio vs lingua originale ormai e' ciclica,
eh. Complimenti per la pazienza. :P)
Ci ricasco sempre. :)

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-07 17:18:20 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by mAx
OK pal: I trust you.
Ma... Come se la sono cavata con "Il Signore degli Anelli" allora? Non e'
una domanda polemica la mia, sia chiaro, non voglio sottintendere di aver
ragione: e' pura e semplice curiosita'. :)
Un film difficile, non difficilissimo. Un po' di fatica con Gimli, se non
erro.
Molto più difficili Snatch, Billy Elliot, Lock & Stock and Two Smoking
Barrels.
E che dire di Jar Jar Bink in Guerre Stellari Episodio I e II (il III
deve ancora uscire). Un giamaicano mischiato con nonsocosa...
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Antonio Fanelli
2004-11-07 17:54:16 UTC
Permalink
On Sun, 07 Nov 2004 17:18:20 GMT, Giovanni Neiman
Post by Giovanni Neiman
E che dire di Jar Jar Bink in Guerre Stellari Episodio I e II (il III
deve ancora uscire). Un giamaicano mischiato con nonsocosa...
Sempre in Buffy (è l'ultima lo prometto) alla slayer Kendra fanno
parlare un accento usato solo in una remota parte della giamaica, per
accentuarne l'esoticità.
--
Xander: For I am Xander, king of cretins. Let all lesser cretins bow before me.

http://www.intervocative.com/dvdcollection.aspx/Voss
Antonio Fanelli
2004-11-07 17:47:51 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by mAx
Ma... Come se la sono cavata con "Il Signore degli Anelli" allora? Non e'
una domanda polemica la mia, sia chiaro, non voglio sottintendere di aver
ragione: e' pura e semplice curiosita'. :)
Un film difficile, non difficilissimo. Un po' di fatica con Gimli, se non
erro.
Anche perché, provenendo da diverse parti della terra di mezzo, se
avessero parlato tutti nello stesso modo sarebbe parso irreale :)
Comunque ne ISDA si sono contenuti, ci sono gli accenti, certo, ma
stiamoparlando di attori hollywoodiani, il linguaggio utilizzato era
sostanzialmente american english.
Post by Sebapop
Molto più difficili Snatch, Billy Elliot, Lock & Stock and Two Smoking
Barrels.
Ecco quelli sono davvero difficilissimi.
--
Xander: For I am Xander, king of cretins. Let all lesser cretins bow before me.

http://www.intervocative.com/dvdcollection.aspx/Voss
Antonio Fanelli
2004-11-07 17:52:46 UTC
Permalink
Post by Sebapop
il bibliotecario in Buffy
Oltre all'inglese "puro" usato dal bibliotecario c'è l'inglese cocney
del vampiro Spike.
E' impressionante, almeno lo fu per me alle prime visioni, vedere due
personaggi "inglesi" parlare in modo così diverso.

Lo stesso Spike, nell'episodio in cui ricorda quando era mortale,
parla un inglese vittoriano prima di essere vampirizzato.

Sono tutte cose che nel doppiaggio si potrebbero rendere con qualche
difficoltà, lo capisco, ma che invece si è deciso da sempre di
eliminare, imponendo un italiano standard per tutti.
Se non ricordo male: tendente al romanesco per i film e al milanese
per i telefilm.
--
Xander: For I am Xander, king of cretins. Let all lesser cretins bow before me.

http://www.intervocative.com/dvdcollection.aspx/Voss
mAx
2004-11-07 18:50:16 UTC
Permalink
Il 07 Nov 2004, 15:58, Sebapop <***@yahoo.it> ha scritto:

[SNiP (quasi) totale]

Grazie mille per la risposta, Seba, tutto chiaro (anche se mi sa che verso
la fine ti sei mangiato un pezzo di frase, ma fa lo stesso :P)!
Post by Sebapop
Ci ricasco sempre. :)
Io ormai li fiuto dalla prima replica: vedi proprio che, come dicono a Roma,
"ie rode". ;)

Ciao,
mAx

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Dolorous Edd
2004-11-07 14:35:50 UTC
Permalink
Post by mAx
Post by Sebapop
Fidati, di americani ne conosco. Non è una leggenda. Nella maggior parte
dei casi fanno fatica. Ma in casi più "estremi", citavo Leeds, si arriva a
non capire pezzi.
OK pal: I trust you.
Ma... Come se la sono cavata con "Il Signore degli Anelli" allora? Non e'
una domanda polemica la mia, sia chiaro, non voglio sottintendere di aver
ragione: e' pura e semplice curiosita'. :)
Direi che in LOTR si tratta di inflessioni, non e' marcato e le parole
vengono scandite abbastanza bene, per questo si capiscono.

Piu' o meno la differenza che c'e' tra vedere un film con Lino Banfi e
vedere "la capa gira", il primo io lo capisco perfettamente, per il
secondo mi servono i sottotitoli.

Idem per l'inglese, credo che gli americani abbiano poche difficolta'
a capire il "BBC English", mentre ne hanno per i dialetti locali
inglesi.
Giovanni Neiman
2004-11-07 16:54:31 UTC
Permalink
Post by mAx
sottotitoliati molti film. Un esempio su tutti: la trilogia de "Il Signore
degli Anelli", in cui uno parla con accento americano, uno con accento
inglese, uno con accenti irlandese...
inflessione, non accento.


O'Brien (di Star Trek) parla non inflessione irlandese, ma non parla
irlandese.

Mel Gibson (Braveheart) parla con inflessione scozzese, ma non parla
scozzese.
--
Post by mAx
Giò
Problems are how you get them felt.
mAx
2004-11-07 18:55:14 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
inflessione, non accento.
Non so che dizionario usi tu, ma sul Garzanti On Line "inflessione" e
"accento" sono sinonimi.
Post by Giovanni Neiman
O'Brien (di Star Trek) parla non inflessione irlandese, ma non parla
irlandese.
Mel Gibson (Braveheart) parla con inflessione scozzese, ma non parla
scozzese.
E mia nonna ha l'accento veneto. So what?

Ciao,
mAx

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Giovanni Neiman
2004-11-07 16:48:45 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
non conosco film italiani che siano anche in inglese. Forse la Vita è
bella, ma non l'ho mai visto in inglese.
Sì, è stato tradotto. Che ti servirebbe guardarlo in inglese? Niente. Come
a me non serve guardare i film americani in italiano.
sarebbe interessante vedere come hanno adattato il film in inglese,
per il mercato americano ed internazionale.

il secondo punto che dici, non solo è slegato dal primo (non c'entra
niente), ma anche quello secondo me è interessante, e si sbaglierebbe
a sottogiudicarlo.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
per capire più le cose che vengono dette continuando a prestare
attenzione alle immagini.
Ma non mi serve l'adattamento per capire, perché comunque sono traduzioni.
Se è un film particolarmente tosto lo guardo una volta con i sottotitoli in
inglese. Non ho ancora capito a chi mi dovrebbe servire il doppiaggio.
leggi il labbiale: il doppiaggio serve a seguire meglio l'azione senza
tenere gli occhi strabici sui sottotitoli. serve anche a far sì che
qualcun altro che non sia tu faccia il lavoro di traduzione, qualcuno
che magari ha avuto più tempo e che ne sa più di te. non è per forza
scontato che tu sia più bravo degli adattatori.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
cmq verametne fanno fatica?
Sì. Certi accenti inglesi sono molto difficili per gli americani. Ma anche
certi accenti australiani.
e allora come fanno a capire quando parlano Mik Doohan, Troy Corse,
Troy Baylis...etc.? :-))
Post by Sebapop
E, IMHO, miglioreresti di più se invece di vedere la versione doppiata,
guardassi *prima* il film in inglese (con i sottotitoli in inglese, se
senza non sei capace) e *poi*, se proprio, con i sottotitoli in italiano.
Lo puoi sempre guardare in inglese *senza* sottotitoli, per poterti
concentrare bene. E si migliora in modo incredibile.
a) un film non è una scuola di lingue, è un dispositivo
d'intrattenimento. non si guarda per imparare la lingua, si guarda per
vedere il film

b) i sottotitoli italiani sono assurdi, molto meglio quelli inglesi

c) se c'è la possibilità di sottotitoli, molto difficilmente ci
rinuncio; altrimenti guardo senza, si capisce lo stesso, ma ogni tanto
mi perdo qualche battuta e non mi piace
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
ps non sapendo il romano ti perdi sordi, manfredi, e anche montesano e
verdone...che fai, guardi i sottotitoli? ma sono sempre in romano...
:-))))
E che ci posso fare, non posso imparare tutte le lingue del mondo. Che
faresti tu, li doppieresti in italiano standard?
Io li preferisco così.
beh, ma perché allora non li vedi coi sottotitoli in italiano? mica
pretenderai di riuscire a capire tutto in LO... :-))
Post by Sebapop
Però ho visto Malèna con i sottotitoli, perché non capivo niente.
ma non è in italiano Malèna?

sinceramente, detto tra noi, che non lo sappia nessuno (tanto mica ci
legge nessuno...), io di Malèna ho solo scaricato dalla Rete i
pezzetti in cui si vedevano le tette della Bellucci...
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Sebapop
2004-11-07 17:22:42 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
sarebbe interessante vedere come hanno adattato il film in inglese,
per il mercato americano ed internazionale.
Sì, sarebbe interessante. Ma lo guarderei spinto dalla curiosità, e non per
avere maggior completezza nella visione del film. Quella versione non
aggiunge niente, se si capisce l'italiano.
Post by Giovanni Neiman
il secondo punto che dici, non solo è slegato dal primo (non c'entra
niente), ma anche quello secondo me è interessante, e si sbaglierebbe
a sottogiudicarlo.
Secondo punto?
Post by Giovanni Neiman
leggi il labbiale: il doppiaggio serve a seguire meglio l'azione senza
tenere gli occhi strabici sui sottotitoli.
Ma io non uso i sottotitoli. Perché quindi io dovrei usare il doppiaggio? È
a me che consigliavi di usarlo.
Post by Giovanni Neiman
serve anche a far sì che
qualcun altro che non sia tu faccia il lavoro di traduzione, qualcuno
che magari ha avuto più tempo e che ne sa più di te.
LOL. Se sono telefilm è meglio di no, visti i risultati. E, comunque, io
non faccio nessuna traduzione verso la mia lingua madre quando guardo un
film in inglese. È la cosa più sbagliata. Io capisco *in* inglese.
Post by Giovanni Neiman
non è per forza
scontato che tu sia più bravo degli adattatori.
Ma nemmeno il contrario. E visti certi adattamenti, fidati, sono più bravo
di *molti* adattatori. E moltissimi sono moooolto più preparati di me, ma
non sono messi in condizione di lavorare seriamente, pochi soldi e poco
tempo.
Post by Giovanni Neiman
e allora come fanno a capire quando parlano Mik Doohan, Troy Corse,
Troy Baylis...etc.? :-))
Mick Doohan, ma non ho idea di come parlino. Non seguo il motociclismo.
Post by Giovanni Neiman
a) un film non è una scuola di lingue, è un dispositivo
d'intrattenimento. non si guarda per imparare la lingua, si guarda per
vedere il film
E perché non fare entrambi.
Post by Giovanni Neiman
b) i sottotitoli italiani sono assurdi, molto meglio quelli inglesi
I sottotitoli spesso li fanno male, questo è vero. Io quelli italiani non
li considero. Il problema è che mi sembra di capire che i sottotitoli
inglesi non siano per te sufficenti, dato che cerchi la versione doppiata.
Altrimenti potresti fare la prima visione *senza* sottotitoli e la seconda
con quelli inglesi. :)
Post by Giovanni Neiman
c) se c'è la possibilità di sottotitoli, molto difficilmente ci
rinuncio; altrimenti guardo senza, si capisce lo stesso, ma ogni tanto
mi perdo qualche battuta e non mi piace
Anche a me non piace. Mi piace di meno però sentirle tutte diverse e con
voci diverse. :)
Post by Giovanni Neiman
beh, ma perché allora non li vedi coi sottotitoli in italiano? mica
pretenderai di riuscire a capire tutto in LO... :-))
Se ci fossero, li metterei, come li ho messi in Malèna.
Post by Giovanni Neiman
ma non è in italiano Malèna?
All'inizio no, a meno che "sticchio" non sia una parola italiana.
Post by Giovanni Neiman
sinceramente, detto tra noi, che non lo sappia nessuno (tanto mica ci
legge nessuno...), io di Malèna ho solo scaricato dalla Rete i
pezzetti in cui si vedevano le tette della Bellucci...
E hai forse visto la parte più interessante del film. E a me è pure
piaciuto.

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-07 18:37:58 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Sì, sarebbe interessante. Ma lo guarderei spinto dalla curiosità, e non per
avere maggior completezza nella visione del film. Quella versione non
aggiunge niente, se si capisce l'italiano.
non è solo questione di capire la lingua. è anche questione di capire
l'adattamento.

perché capiamo in italiano? perché siamo vissuti in italia, conosciamo
l'italia, conosciamo i riferimenti.

per questo gli americani capiranno cos'è un Chrismukkah e noi no. per
questo noi capiremo cos'è un "Riso-risata-sorriso-me vie' da rìde' " e
loro no.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
leggi il labbiale: il doppiaggio serve a seguire meglio l'azione senza
tenere gli occhi strabici sui sottotitoli.
Ma io non uso i sottotitoli. Perché quindi io dovrei usare il doppiaggio? È
a me che consigliavi di usarlo.
no, consigliavo all'italiano medio di usarlo.

se non usi i sottotitoli perché pensi che non ti servono, allora forse
non ti servono veramente, e allora hai ragione. ma non sei un italiano
medio.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
serve anche a far sì che
qualcun altro che non sia tu faccia il lavoro di traduzione, qualcuno
che magari ha avuto più tempo e che ne sa più di te.
LOL. Se sono telefilm è meglio di no, visti i risultati. E, comunque, io
non faccio nessuna traduzione verso la mia lingua madre quando guardo un
film in inglese. È la cosa più sbagliata. Io capisco *in* inglese.
mi capisci male, però.


diciamocelo...l'unica cosa che ti potrebbe far cambiare idea è un
esempio in inglese che tu non riesca a capire bene.


Vediamo...uhm...fammici pensare:

alice through the looking glass, guardando degli alberi, esclama:
<<that's why branches are called boughts!>>

questa frase è famosa...ma non è poi così facile da capire.

e se non riesci a pensare ad un modo come si possa adattare in
italiano, così come non mi viene in mente a me, è solo perché noi due
non facciamo il lavoro degli adattatori. loro (forse) ci
riuscirebbero.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
a) un film non è una scuola di lingue, è un dispositivo
d'intrattenimento. non si guarda per imparare la lingua, si guarda per
vedere il film
E perché non fare entrambi.
Perché sono mutualmente esclusivi.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
b) i sottotitoli italiani sono assurdi, molto meglio quelli inglesi
I sottotitoli spesso li fanno male, questo è vero.
No no, sono assurdi in quanto tu senti in inglese. Leggi in italiano.
Traduci in inglese quello che leggi e vedi come si accosta
all'inglese. Mi sembra un po' da scemi...
Post by Sebapop
li considero. Il problema è che mi sembra di capire che i sottotitoli
inglesi non siano per te sufficenti, dato che cerchi la versione doppiata.
Ho detto che NON MI PIACE UN FILM COI SOTTOTITOLI, qualunque sia la
lingua dei sottotitoli. Allora, per seguire meglio l'azione, qualche
volta vedo direttamente la versione italiana, OLTRE a quella in LO.
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
beh, ma perché allora non li vedi coi sottotitoli in italiano? mica
pretenderai di riuscire a capire tutto in LO... :-))
Se ci fossero, li metterei, come li ho messi in Malèna.
Post by Giovanni Neiman
ma non è in italiano Malèna?
All'inizio no, a meno che "sticchio" non sia una parola italiana.
Lo sanno tutti che 'u sticchiu è il con~o....

certo che se non conosci certi termini...vabbè, ma addirittura usare i
sottotitoli per un film italiano...scusa eh...
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Marianna
2004-11-07 19:07:03 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
<<that's why branches are called boughts!>>
ehm, 'boughs', non 'boughts', sennò davvero non si capisce. :)

saluti,
Marianna
--
Women, can't live with them... end of sentence.
momo
2004-11-06 17:44:25 UTC
Permalink
On Sat, 06 Nov 2004 17:20:21 GMT, Giovanni Neiman
Post by Giovanni Neiman
Friends avrei diverse difficoltà in inglese. E' troppo pregno della
società americana, diverse cose, anche coi sottotitoli, mi
sfuggirebbero e, soprattutto, da piacere che è in italiano, si
tramuterebbe in sforzo, in inglese, perdendo il 95% del suo charme.
Preferisci perdere allora un buon 80% per colpa di un pessimo lavoro
di adattamento?

Friends in italiano ha cancellato il personaggio di Chandler... non
che con gli altri l'adattamento sia stato genersoso, ma per carità...
un personaggio particolarissimo che per magia diventa inutile quanto
la tapezzeria sul muro
Giovanni Neiman
2004-11-07 00:15:09 UTC
Permalink
Post by momo
Post by Giovanni Neiman
Friends avrei diverse difficoltà in inglese. E' troppo pregno della
società americana, diverse cose, anche coi sottotitoli, mi
sfuggirebbero e, soprattutto, da piacere che è in italiano, si
tramuterebbe in sforzo, in inglese, perdendo il 95% del suo charme.
Preferisci perdere allora un buon 80% per colpa di un pessimo lavoro
di adattamento?
Pessimo? Per me è ottimo. Nonostante la scarsa ortodossia usata in
esso.



Non scordiamoci lo scopo di un telefilm quale Friends:
intrattenimento.

Mi intrattiene? Sì.
Mi fa divertire? Sì.
In italiano? Sì.

Allora in italiano funziona.



Vederlo in inglese sarebbe un "di più", un "di più" che per me sarebbe
uno sforzo. Non mi va di tramutare un divertimento in uno sforzo.
--
Post by momo
Giò
Problems are how you get them felt.
Sebapop
2004-11-07 10:35:35 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
Pessimo? Per me è ottimo. Nonostante la scarsa ortodossia usata in
esso.
È pessimo. Per giudicare l'adattamento linguistico di un telefilm devi
conoscere la lingua originale dello stesso per poterti accorgere degli
strafalcioni.
Post by Giovanni Neiman
intrattenimento.
Mi intrattiene? Sì.
Mi fa divertire? Sì.
In italiano? Sì.
Allora in italiano funziona.
Ok. In inglese è meglio, adattato meglio renderebbe di più.

Con questo tuo ragionamento anche The Nanny, che contestavi, diventa
ottimo.

Intrattiene, fa divertire e in italiano. Ma non è certo un buon
adattamento, anzi.
Post by Giovanni Neiman
Vederlo in inglese sarebbe un "di più", un "di più" che per me sarebbe
uno sforzo. Non mi va di tramutare un divertimento in uno sforzo.
E non sai cosa ti perdi. Tutte le persone che conosco che non sono state
così pigre da rinunciare alla fatica hanno scoperto un nuovo mondo. :)

E poi dici a me che mi limito? A me sembra che sia tu che ti stia
limitando. :)

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-07 16:58:22 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
Pessimo? Per me è ottimo. Nonostante la scarsa ortodossia usata in
esso.
È pessimo. Per giudicare l'adattamento linguistico di un telefilm devi
conoscere la lingua originale dello stesso per poterti accorgere degli
strafalcioni.
non concordiamo sullo scopo di un telefilm, allora.

per me è l'intrattenimento.

la versione italiana intrattiene? parimenti di come quella americana
intrattiene gli americani? sì? allora è ben adattata.
Post by Sebapop
Con questo tuo ragionamento anche The Nanny, che contestavi, diventa
ottimo.
infatti sotto sotto non lo contesto.

so benissimo che l'Italia, provinciale qual è, mai avrebbe potuto
capire dei riferimenti alla cultura ebraica.

Già tanto che abbiano passato gli stessi in qualche puntata dei
Simpson e di South Park. O nella puntata di qualche settimana fa si
OC. Chissà se tutti hanno colto...

Il Chrismukkah... ancora sto a ridere...
Post by Sebapop
E poi dici a me che mi limito? A me sembra che sia tu che ti stia
limitando. :)
non si deve trasformare un divertimento in qualcosa che non lo sia.

sono gusti.
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Sebapop
2004-11-07 17:31:30 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
non concordiamo sullo scopo di un telefilm, allora.
per me è l'intrattenimento.
Anche per me.
Post by Giovanni Neiman
la versione italiana intrattiene?
Sì.
Post by Giovanni Neiman
parimenti di come quella americana intrattiene gli americani?
No. La versione americana è fatta meglio, fa più ridere.
Post by Giovanni Neiman
sì?
No. Il tuo "sì" deriva probabilmente dal fatto che non capisci le battute.
Post by Giovanni Neiman
allora è ben adattata.
Se facessero ridere "allo stesso modo", sì. Ma quasi sempre la versione
italiana è "watered down", c'è meno verve, le battute sono meno divertenti
e ce ne sono meno. A me non sembra "ben adattato".
Post by Giovanni Neiman
infatti sotto sotto non lo contesto.
Allora ti meriti il doppiaggio. :)
Post by Giovanni Neiman
so benissimo che l'Italia, provinciale qual è, mai avrebbe potuto
capire dei riferimenti alla cultura ebraica.
E allora stravolgiamo!
Post by Giovanni Neiman
Già tanto che abbiano passato gli stessi in qualche puntata dei
Simpson e di South Park. O nella puntata di qualche settimana fa si
OC. Chissà se tutti hanno colto...
Io di The O.C. ho tutta la stagione 1 su dvd, devo ancora finirla.
Post by Giovanni Neiman
Il Chrismukkah... ancora sto a ridere...
LOL
Post by Giovanni Neiman
non si deve trasformare un divertimento in qualcosa che non lo sia.
Ma io mi diverto. Tu non ti diverti perché sei ancora ad un livello tale
che fai fatica con la lingua. Ma, mi ripeto, io non entro in merito di
quello che tu fai (ti davo solo dei consigli), ma tu hai mi tentavi di
spiegare il motivo per il quale io dovrei guardare i film doppiati. E non
ho trovato una motivazione valida.

Sebastiano
Giovanni Neiman
2004-11-07 18:41:30 UTC
Permalink
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
parimenti di come quella americana intrattiene gli americani?
No. La versione americana è fatta meglio, fa più ridere.
Post by Giovanni Neiman
sì?
No. Il tuo "sì" deriva probabilmente dal fatto che non capisci le battute.
qualche volta sì, qualche volta no. per me.
Post by Sebapop
No. Il tuo "sì" deriva probabilmente dal fatto che non capisci le battute.
deriva dal fatto che qualche volta (qualche volta) non sono rilassato
come per l'italiano. dico qualche volta perché ci sono dei film che
guardo senza alcun problema in inglese. Forrest Gump, Guerre Stellari,
Indiana Jones, Sense and Sensibility...
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
so benissimo che l'Italia, provinciale qual è, mai avrebbe potuto
capire dei riferimenti alla cultura ebraica.
E allora stravolgiamo!
che è colpa mia se gli italiani sono un popolo beota e privinciale?

se non puoi cambiare gli italiani, cambiamo il telefilm....
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
Già tanto che abbiano passato gli stessi in qualche puntata dei
Simpson e di South Park. O nella puntata di qualche settimana fa si
OC. Chissà se tutti hanno colto...
Io di The O.C. ho tutta la stagione 1 su dvd, devo ancora finirla.
io non lo vedo. in tv A CASO ho visto un puntata, ed ho beccato
proprio quella in cui c'era questo 'giochetto'...
Post by Sebapop
Post by Giovanni Neiman
Il Chrismukkah... ancora sto a ridere...
LOL
sì, ma io l'ho visto in italiano ed ho riso...
Post by Sebapop
ma tu hai mi tentavi di
spiegare il motivo per il quale io dovrei guardare i film doppiati. E non
ho trovato una motivazione valida.
io non parlavo di TE. parlavo dell'italiano medio.

la nostra discussione non è personale, vale per tutti.
--
Post by Sebapop
Giò
Problems are how you get them felt.
Antonio Fanelli
2004-11-07 17:56:50 UTC
Permalink
Post by momo
Friends in italiano ha cancellato il personaggio di Chandler... non
che con gli altri l'adattamento sia stato genersoso, ma per carità...
Rachel in italiano perde la voce isterica.
Il che vuol dire uccidere il personaggio.
E' vero che conun corpo come il suo la cosa può passare inosservata,
ma davvero in inglese lei è la più divertente del gruppo.
--
Xander: For I am Xander, king of cretins. Let all lesser cretins bow before me.

http://www.intervocative.com/dvdcollection.aspx/Voss
Sebapop
2004-11-07 18:21:37 UTC
Permalink
Post by Antonio Fanelli
Rachel in italiano perde la voce isterica.
Il che vuol dire uccidere il personaggio.
E' vero che conun corpo come il suo la cosa può passare inosservata,
ma davvero in inglese lei è la più divertente del gruppo.
E se io chiedo "qual'è la frase *standard* di Joey? C'è un equivalente di
"how you doin'?"
E che dire di "Could I BE more..." di Chandler
E "I know!" di Monica.

Ecc.

Sebastiano
momo
2004-11-06 17:46:54 UTC
Permalink
On Sat, 06 Nov 2004 17:20:21 GMT, Giovanni Neiman
Post by Giovanni Neiman
effettivamente la discrepanza tra il labbiale ed il sonoro si nota
dopo che si ha visto diverse volte i film in LO, ma non significa che
non si possa tornare indietro :-))
Magari il problema fosse solo il labiale...
Antonio Fanelli
2004-11-07 17:34:19 UTC
Permalink
On Sat, 06 Nov 2004 17:20:21 GMT, Giovanni Neiman
Post by Giovanni Neiman
effettivamente la discrepanza tra il labbiale ed il sonoro si nota
dopo che si ha visto diverse volte i film in LO, ma non significa che
non si possa tornare indietro :-))
Non so davero come si possa farlo.

Io provo davvero fastidio a guardare un film o un telefilm doppiato,
anche quando non ho mai visto la versione originale: non faccio che
chiedermi quale sia la vera voce dell'attore, se quello che sta
dicendo è fedele all'originale o una storpiatura come quelle dei avri
Frioends, Buffy, tata eccetera.

Proprio non ci riesco.

E questo vale anche per film russi polacchi cinesi eccetera.

Tutte lingue in cui non so neppure contare fino a dieci.
--
Xander: For I am Xander, king of cretins. Let all lesser cretins bow before me.

http://www.intervocative.com/dvdcollection.aspx/Voss
Butthole Surfer
2004-11-05 23:27:27 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
non è proprio così. ci sono alcuni attori la cui voce doppiata è molto
meglio, sia perché ci guadagnano in recitazione, sia perché è una voce
più fascinosa.
A volte è così, però sono dai casi abbastanza isolati.
A me ad esempio viene in mente il Dottor Zoidberg di Futurama. La voce del
doppiatore italiano mi piace molto di più di quella originale.
Cmq il vero problema delle versioni italiane di film stranieri non sono
tanto i doppiatori, quanto l'adattamento dei dialoghi.

Saluti
BS
Gino Gialli
2004-11-06 06:51:03 UTC
Permalink
Post by Giovanni Neiman
non è proprio così. ci sono alcuni attori
per farti un esempio: Luca Laurenti,
Attori?
G.G.
Giovanni Neiman
2004-11-06 09:02:18 UTC
Permalink
Il Sat, 6 Nov 2004 07:51:03 +0100, "Gino Gialli"
Post by Gino Gialli
Post by Giovanni Neiman
non è proprio così. ci sono alcuni attori
per farti un esempio: Luca Laurenti,
Attori?
non ci credo che non abbia mai fatto neanche una particina per quei
film di natale dei Vanzina....
--
Post by Gino Gialli
Giò
Problems are how you get them felt.
Sergio "BigRed"
2004-11-05 22:43:24 UTC
Permalink
On Fri, 5 Nov 2004 18:58:15 +0100, "Danilo Ronchi"
Post by Danilo Ronchi
Si, parlo con voi...
tutti, nessuno escluso...
voi che guardate i film in lingua originale...
si, proprio voi...
prima avevo visto qualche film in L.O. oggi non riesco a farne a meno...
aspetto sempre che mia moglie si addormenti (tanto capita sempre) per
cambiare la lingua...
ll massimo e' quando anche tua moglie si e' appassionata, ora e' lei
stessa a chiedere di vedere i film in LO o di rivedere film vecchi in
LO :-)

Ciao!
--
Sergio "BigRed"

"Strength is irrelevant. Resistance is futile."
Alex Rossi
2004-11-05 23:29:31 UTC
Permalink
On Fri, 5 Nov 2004 18:58:15 +0100, "Danilo Ronchi"
Post by Danilo Ronchi
prima avevo visto qualche film in L.O. oggi non riesco a farne a meno...
aspetto sempre che mia moglie si addormenti (tanto capita sempre) per
cambiare la lingua...
LOL
Post by Danilo Ronchi
doppiati non riesco più a vederli...
in l.o. invece gli attori hanno sempre le stesse voci... la recitazione...
ah la recitazione... e poi i rumori di ambienza... tutta un'altra cosa...
grazie a tutti che mi avete incuriosito ad andare oltre alla visione dei
primi, difficili, 5-6 film... ora per me esiste, quando posso, la sola
lingua originale...
benvenuto nel club :D


Alex
----
"-Oh my God, I found a penny"
"-You bastard!!!"

togli XYZ per spedirmi un'Email
delete XYZ to send me an Email
Coltrane
2004-11-06 12:56:32 UTC
Permalink
Post by Danilo Ronchi
Si, parlo con voi...
"Ho, Ho, Ho...
Well, if it isn't stinking Billygoat Billyboy in poison!
How are thou, thou globby bottle of cheap stinking chip oil?
Come and get one in the yarbles, if you have any yarbles,
you eunuch jelly thou!"

;))))
Michael Myers
2004-11-06 20:01:26 UTC
Permalink
Post by Danilo Ronchi
Si, parlo con voi...
Eccoci :-)
Post by Danilo Ronchi
tutti, nessuno escluso...
voi che guardate i film in lingua originale...
si, proprio voi...
Sempre in lingua originale ^____^
Post by Danilo Ronchi
prima avevo visto qualche film in L.O. oggi non riesco a farne a meno...
Neanche io, in certi punti non posso non cambiare lingua :-)
Post by Danilo Ronchi
aspetto sempre che mia moglie si addormenti (tanto capita sempre) per
cambiare la lingua...
doppiati non riesco più a vederli...
in l.o. invece gli attori hanno sempre le stesse voci... la recitazione...
ah la recitazione... e poi i rumori di ambienza... tutta un'altra cosa...
Esatto, la qualità è sempre il top in lingua originale, pensa a Lo Squalo,
tanto per dirne uno... la lingua inglese è in 5.1 addirittura (e sempre il
vantaggio di non essere doppiato!)
Post by Danilo Ronchi
grazie a tutti che mi avete incuriosito ad andare oltre alla visione dei
primi, difficili, 5-6 film... ora per me esiste, quando posso, la sola
lingua originale...
Le prime volte per me sono state un trauma,,, non capivo nulla.
Ora , dopo decine di film, sto migliorando il mio inglese.
E ne sono soddisfatto ! :-))
E anche perchè da play o altri siti stranieri si trovano edizioni alle volte
migliori di quelle nostrane e ad un buon prezzo.
Mi succede una cosa strana : mi sono rivisto Halloween ieri sera, per la
40esima volta... l'ho visto col dvd anchor bay, dunque in inglese.
Ci credi se ti dico che ora mi affascina di più anche il menu , con le
scritte "Scene Selection", "Play", etc ? ^____^
Post by Danilo Ronchi
quindi...
Bastardi... Grazie
E di che ? Prego :-)
Ciao Ciao!
Michael Myers
MrKappa
2004-11-07 01:00:37 UTC
Permalink
Post by Danilo Ronchi
Si, parlo con voi...
Complice Kill Bill sto facendo proseliti anch'io..anche se adoro alcune
voci ialiane,per affezione più che altro,lo sforzo merita sempre:)
Continua a leggere su narkive:
Loading...